rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

"Diversi si nasce, artisti si diventa", il laboratorio di Enaip apre le porte ai bambini: tante le creazioni

I centri socio occupazionali Enaip aprono i propri laboratori ai bambini della Scuola primaria dei plessi Moretti e Alighieri

Portachiavi, borse, stampe, sacchetti, mattonelle. Sembra impossibile che possano essere realizzati in una sola mattinata da 25 bambini ma è stato proprio così. Giovedì mattina al Centro Socio Occupazionale di Enaip dedicato alle persone diversamente abili in Galleria isei e in via Roverella a Cesena, 25 bambini della 3^ B della scuola Marino Moretti hanno partecipato al progetto “Diversi si nasce…Artisti si diventa” promosso da Enaip da Cso Enaip e accolto dalle scuole dei plessi M.Moretti e D.Alighieri che nelle prossime settimane si alterneranno al centro.

“Il Progetto si prefigge lo scopo di sviluppare la personalità dei bambini, attraverso strumenti artistici e grazie allo scambio e al confronto con persone diversamente abili. Si insegna loro ad accettare la diversità insita in ognuno di noi, a valorizzare se stessi e gli altri in uno scambio continuo tra unicità-individualità e diversità-socialità”- commenta la Coordinatrice del Cso Enaip Cesena Veronica Vicini.

Gli alunni della 3^B e i ragazzi del centro si sono conosciuti, osservati, mescolati e divertiti a realizzare opere d’arte seguendo le indicazioni di lavoro e la sequenza di passaggi proprio  come avviene quotidianamente nei laboratori Enaip, dando libero sfogo a tutta la loro creatività e immaginazione. Così Ryan ha cucito insieme a Santina, Samuele ha rifilato seguendo le indicazioni di Simone, Luna ha colorato una Casina insieme a Mauro, Matilde ha decorato una mattonella di legno cullata dalle canzoni di Alessandro.

“E’ stato davvero emozionante vedere la naturalezza con cui i gruppi si sono fusi, lavorando insieme ma soprattutto divertendosi e sostenendosi senza differenze e senza preconcetti.  Si è creato un sano spirito competitivo di squadra che ha portato alla creazione di  una composizione corale” continua la Coordinatrice Vicini. Il progetto prevede 5 giornate, da marzo a aprile, in cui le classi dei plessi M.Moretti e D.Alighieri  si alterneranno nelle attività, per un totale di  125 bambini di 8 e 9 anni.

All’arrivo al centro di Galleria Isei la classe viene suddivisa in 2 gruppi :il gruppo Arti e il gruppo Casine. Il gruppo Arti è coinvolto nell’osservazione, conoscenza e interazione con i diversi laboratori e gli utenti degli stessi per poi dedicarsi tutti  insieme alle attività di arte e creatività tra cui: pittura, stampa con stencil, lavorazione di pelle,mosaico. Si passa da manufatti in pelle al processo di come nasce un oggetto artistico di legno o creta. I bambini osservano, provano i vari materiale e si lasciano guidare dalle persone che giornalmente li lavorano. 

Il gruppo Casine invece è quello maggiormente coinvolto nella creazione di un opera d’arte individuale. Partendo dall’osservazione delle varie tecniche di pittura dimostrate in itinere dai ragazzi del laboratorio Casine, i bambini creano il loro elaborato partendo da una base di legno reciclato donato dalla Ditta Tavar di Ravenna. Legno, colori acrilici, pennelli e fantasia sono i materiali che i bambini hanno a disposizione per la loro opera.  Sarà poi la classe al suo interno, durante il normale orario scolastico, a creare un’opera artistica complessiva formata da tutti gli elaborati dei singoli componenti , che sarà premiata alla fine del progetto.

Il Centro socio occupazionale di Cesena è il centro diurno di Fondazione Enaip, aperto da lunedì a venerdì, che ospita 4 laboratori dedicati alla lavorazione della pelle, legno, ceramica e relativo assemblaggio, sito nei locali recentemente acquistati di Galleria Isei a cui si aggiunge  il laboratorio Juta nella sede dislocata di via Roverella.  Complessivamente vengono ospitati circa 70 utenti provenienti dell’area Savio, Rubicone e Forlì, persone con disabilità di diversa gravità, favorendo per  quanto possibile, un progressivo inserimento nel mondo del lavoro, puntando su strumenti come attenzione, metodo e creatività. Il Progetto vede la partecipazione anche dell’Organizzazione di Volontariato Aveac che, da anni, supporta le attività di Enaip Forlì-Cesena ed in particolare del Laboratorio Juta. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Diversi si nasce, artisti si diventa", il laboratorio di Enaip apre le porte ai bambini: tante le creazioni

CesenaToday è in caricamento