Discoteche, balli a distanza di sicurezza? "Così è quasi impossibile riaprire. Non lasciamo i giovani in strada"

"Noi ci stiamo organizzando da tempo, nell'attesa delle linee guida che arriveranno. Ci aspettiamo che siano economicamente sopportabili, e quelle che sono state annunciate non lo sono"

Non si parla d'altro in queste ore, tra i più giovani, ma anche tra i meno giovani. Le discoteche riapriranno? A quanto pare sì, dal 15 giugno, ma pare con molti paletti che rendono complicata la nuova sfida per i locali che scalpitano per ripartire.

La conferenza delle Regioni ha approvato le linee guida post-coronavirus per tutti i settori rimasti fuori dal Dpcm di inizio giugno. Entro fine settimana è atteso un nuovo decreto di Palazzo Chigi, poi l'ultima parola spetterà ai singoli governatori delle regioni, che adotteranno le misure definitive.

Per ora si parla di ballare a distanza di sicurezza, due metri, un paradosso in locali dove si va soprattutto per conoscere. Il ballo sarà consentito solo ed esclusivamente negli spazi esterni, e si parla di vietare la consumazione di bevande al banco.  Inoltre mascherina negli ambienti al chiuso e dove non è possibile rispettare la distanza di un metro. I buttafuori saranno impegnati più col termoscanner che a sedare risse.

Ma cosa pensano i locali che sono in attesa di scaldare la movida di Cesenatico? Andrà ridisegnata l'architettura delle discoteche? Valeriano Rusciano è un organizzatore di eventi, e fa parte della direzione artistica dell'Energy e del Molo 9 Cinque, due locali simbolo del divertimento nella città rivierasca.

"Noi ci stiamo organizzando da tempo, nell'attesa delle linee guida che arriveranno. Ci aspettiamo che siano economicamente sopportabili, e quelle che sono state annunciate non lo sono, speriamo che cambino perché riaprire così è quasi impossibile".

Secondo Rusciano "ci sono troppe limitazioni che rendono difficile offrire il prodotto discoteca che gli appassionati si aspettano". Oltre a snaturare le disco c'è un problema di sostenibilità, ad esempio il divieto di consumare i drink al bancone "aumenterebbe il numero di personale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono misure provvisorie e ci aspettiamo che cambino. Noi vogliamo aprire e in un certo senso siamo 'obbligati', anche per la nostra funzione sociale. Senza discoteche lasci tanti giovanissimi in mezzo alla strada, e abbiamo visto con la rissa in piazza Costa cosa può accadere". Quale sarà l'estate dell'Energy e del Molo 9 Cinque? "Vogliamo aprire ma per ora lavoriamo nell'incertezza sperando che non ci siano tutte queste restrizioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta contro il guard rail in uscita dalla curva, il motociclista muore sul colpo

  • Il virus entra anche al Righi, 26 studenti in quarantena. Un altro tampone positivo al linguistico

  • Coronavirus, il bollettino di domenica: nuovi contagiati con sintomi

  • Il forte odore allarma i vicini, non dava notizie da 12 giorni: trovato morto in casa

  • Coronavirus, due nuovi positivi sul territorio cesenate. Un decesso in Romagna

  • Due anni di scavi per far emergere un pezzo di storia, anche il campo militare che ospitò Cesare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento