Discariche a cielo aperto, multe a go go tra gennaio e aprile

Nei primi quattro mesi dell’anno, con un'intensificazione dell’attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto dell’illegalità legata all’abbandono dei rifiuti, sono stati 31 gli illeciti amministrativi accertati dalle pattuglie del Corpo Forestale dello Stato

Nei primi quattro mesi dell’anno, con un'intensificazione dell’attività di controllo del territorio finalizzata al contrasto dell’illegalità legata all’abbandono dei rifiuti, sono stati 31 gli illeciti amministrativi accertati dalle pattuglie del Corpo Forestale dello Stato in provincia. In conseguenza degli illeciti riscontrati e verificati in maniera sparsa su tutto il territorio provinciale, sono stati elevati 29 verbali di importo 600 euro ciascuno.

Le violazioni riguardano prevalentemente il divieto di abbandono e le norme in materia ambientale. L’importo complessivo delle sanzioni, circa 20.700 euro, verrà introitato dalla Provincia di Forlì-Cesena, competente per materia. Le situazioni riscontrate hanno riguardato abbandoni dei più disparati materiali classificati per legge in pericolosi e non pericolosi, ovvero, oltre gli autoveicoli fuori uso in stato di abbandono, anche inerti derivanti da demolizioni, tra cui eternit, materiali ferrosi e non di varia natura, pneumatici, sanitari non più in uso, elementi di arredi, serramenti e mobilio, imballaggi di varie tipologie e materiali, elettrodomestici non più funzionanti, televisori, passeggini ed altro.

Spiega la Forestale: "L’abbandono dei rifiuti – pure se il terreno risulta essere di proprietà privata – costituisce oltre che una violazione di legge sanzionata a livello amministrativo anche un comportamento potenzialmente dannoso per l’ambiente naturale in quanto alcuni dei materiali abbandonati possono contenere parti e/o liquidi inquinanti. Basti pensare alle sostanze contenuti nei frigoriferi ed ai residui di oli e/o carburanti ancora presenti negli automezzi dismessi".

"Oltre a ciò vi è anche un considerevole danno al contesto paesaggistico delle varie zone interessate dagli abbandoni che, nei casi riscontrati,  vanno dalla campagna alla collina ed alle zone di  montagna della Romagna, dove cumuli di materiale di varia natura estranea al territorio creano un negativo contrasto con la bellezza e la storia dei luoghi - continua la Forestale -. Non si ritiene certo manchino le procedure e le modalità per il conferimento e lo smaltimento dei rifiuti a norma di legge – modalità che azzerano gli impatti negativi sull’ambiente naturale e sul paesaggio – ma la situazione riscontrata necessita di alcune necessarie e opportune riflessioni, prima delle quali il livello che si riscontra in molte componenti della società che è assai spesso non ancora sufficiente riguardo cultura e sensibilità ambientale".

"Altro dato di particolare rilevanza è quello che l’attività di presidio, sorveglianza e controllo del territorio ha permesso di individuare altri numerosi casi di abbandono di rifiuti, spesso su proprietà pubblica, per i quali sono state attivate – con l’invio di ben 56 segnalazioni inoltrate ai Sindaci – le procedure, di competenza comunale, per provvedere alla rimozione dei rifiuti e per il conferimento dei medesimi presso centri autorizzati, bonificando conseguentemente il sito", sottolinea il Corpo Forestale dello Stato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella provincia di Forlì-Cesena i controlli proseguiranno al fine di prevenire e/o reprimere a norma di legge eventuali comportamenti illeciti, puntando conseguentemente in un futuro prossimo ad una sostanziale diminuzione del fenomeno. Per eventuali segnalazioni su emergenze ambientali è sempre attivo il numero verde “1515” cui il cittadino può rivolgersi gratuitamente per comunicare attività illecite condotte in danno dell’ambiente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento