Disabili e diritto allo studio: "L’inserimento a scuola dei bimbi non può essere tagliato"

"La spesa per il sostegno all'handicap nelle scuole - ricordano il sindaco Paolo Lucchi e l'assessore ai servizi per le persone Simona Benedetti - è sempre stata nelle nostre priorità"

A pochi giorni dall'avvio dell'anno scolastico, le cronache nazionali stanno portando alla luce tagli dei fondi per l'inserimento scolastico ed il sostegno ai ragazzi con disabilità: è di queste ore, ad esempio, il caso che interessa l'ente provincia di Napoli, dove 600 alunni con disabilità, rimasti senza sostegno, sono a casa da scuola. Da anni, in effetti, a seguito dei tagli statali, sono spesso gli enti locali che intervengono per consentire agli insegnanti di sostegno e agli educatori di lavorare nelle classi, così da garantire a tutti i bambini ed i ragazzi l'inserimento e il diritto all'istruzione.

"La spesa per il sostegno all'handicap nelle scuole - ricordano il sindaco Paolo Lucchi e l'assessore ai servizi per le persone Simona Benedetti - è sempre stata nelle nostre priorità, a conferma che per noi uguaglianza, pari opportunità e riconoscimento collettivo dei diritti delle persone non sono valori astratti, ma rappresentano concretamente la guida delle nostre scelte di governo della città". Come nel passato, infatti, anche quest'anno il Comune ha confermato questo capitolo di spesa, che per il 2014 ammonta ad 783.941,00 euro, 304.941,00 euro in più del 2013.

In questo modo, intervenendo in tutte le scuole di ogni ordine e grado, dalle materne fino alle superiori, il Comune garantisce a 119 ragazzi con disabilità la possibilità di frequentare la scuola in sicurezza, con un piano formativo adeguato ai bisogni di ciascuno. I numeri che riguardano questi interventi, sono molto significativi: per quanto riguarda gli interventi di sostegno scolastico si contano 10 bambini alla scuola dell'infanzia, 47 alla primaria, 20 ragazzi alle medie, 23 alle superiori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il diritto allo studio viene assicurato dal Comune anche attraverso il trasporto e l'accompagnamento, che nel caso degli alunni con disabilità è davvero basilare ed assume una importanza particolare. Il Comune assicura questo servizio a 19 bambini, ragazzi e alle loro famiglie. "Siamo consapevoli - concludono sindaco ed assessore – che l'intervento del Comune, di concerto con quello attento e presente della scuola, è centrale per riconoscere davvero a tutti i cesenati un diritto fondamentale come quello all'istruzione e siamo certi che proprio con la scelta di sostenere gli interventi a supporto del sostegno scolastico venga rafforzato, ogni giorno, uno dei volti più belli della nostra città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento