Disabile bloccato negli ascensori della stazione di Cesena: liberato dopo un'ora

Giuseppe D'Ursi, disabile e candidato di Progetto Liberale Cesena alle prossime elezioni amministrative, ha sperimentato sulla propria pelle la difficoltà di un portatore di handicap nell'usufruire di alcuni servizi

Foto di Davide Sapone

Giuseppe D'Ursi, disabile e candidato di Progetto Liberale Cesena alle prossime elezioni amministrative, ha sperimentato sulla propria pelle la difficoltà di un portatore di handicap nell'usufruire di alcuni servizi. In particolare gli ascensori della stazione di Cesena che dovrebbero consentire l'accesso ai binari ai disabili ma che 'soffrono' di un malfunzionamento che da singhiozzante è diventato ormai perpetuo. "Da tempo siamo impegnati a sensibilizzare l’amministrazione comunale sul problema delle barriere architettoniche a Cesena e sulle difficoltà che incontrano ogni giorno i disabili per utilizzare servizi pubblici che dovrebbero essere alla portata di tutti" si legge in una nota di Progetto Liberale firmata dallo stesso D'Ursi e da Stefano Angeli.

BLOCCATO IN ASCENSORE - D'Ursi, a causa di un guasto, è rimasto bloccato sabato mattina all'interno di uno di questi ascensori per circa un'ora, per essere poi liberato solo dal provvidenziale intervento dei Vigili del Fuoco. "Questo - continuano Angeli e lo stesso sfortunato protagonista dell'episodio - purtroppo non è un caso isolato dato che queste attrezzature, di cui in parte è responsabile il comune di Cesena, hanno sempre manifestato problemi di funzionalità. Questo problema rende difficile, se non a volte impossibile, a un disabile l’utilizzo del treno per spostarsi e va ad aggiungersi ai problemi con altri mezzi pubblici, come gli autobus urbani, molte delle cui fermate non sono attrezzate e omologate al carico dei disabili, per non parlare delle dotazioni dei bus stessi, spesso anch’esse fuori uso o comunque non utilizzabili per mancanza di personale specializzato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MAGGIORE ATTENZIONE AI DISABILI - "Ribadiamo quindi la necessità di una maggiore attenzione ad una fascia della popolazione che è più ampia di quel che non si creda, con circa 16mila disabili gravi nella provincia di Forlì-Cesena, e che hanno il pieno diritto di potersi muovere coi mezzi pubblici come tutti gli altri cittadini" conclude la nota di Progetto Liberale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento