rotate-mobile
Cronaca

Dirigente politico, assessore e sindacalista: addio al "compagno" Zitelli. Il ricordo commosso della Cgil

E' commosso il ricordo della Cgil di Cesena: "La Camera del Lavoro CGIL di Cesena esprime il più profondo e commosso cordoglio per la scomparsa di Silvio Zitelli

E’ scomparso all'età di 64 anni Silvio Zitelli, dirigente politico, assessore comunale e sindacalista della Cgil, era stato colpito da problemi di salute.

E' commosso il ricordo della Cgil di Cesena: "La Camera del Lavoro CGIL di Cesena esprime il più profondo e commosso cordoglio per la scomparsa di Silvio Zitelli. Un compagno che ha dedicato la propria esistenza all’attività sindacale con orgoglioso impegno e passione civile, sapendo portare avanti le battaglie con singolare intelligenza e determinazione. Un uomo orgoglioso e di saldi principi, dalla forte personalità che ha svolto il suo difficile compito sempre con grande coerenza".

"Nato in Sicilia e poi trasferito a Cesena in tenera età - racconta il sindacato - apprese  in famiglia l’esigenza dell’impegno politico e sociale. Attivista della Federazione Giovanile Comunista a Cesena, nei circoli territoriali  e tra gli studenti, Silvio ne divenne poi Segretario. Continuò il suo impegno nel PCI venendo eletto Consigliere Comunale a Cesena ed in seguito Assessore Comunale. Nel 1991  la Cgil gli chiese la disponibilità ad una attività sindacale a tempo pieno. Silvio si rimise in gioco, a partire con l’occuparsi dei precari, per poi passare alla Segretaria Generale del sindacato dei Lavoratori Edili, della Funzione Pubblica ed in seguito a quello del chimico, tessile, calzaturiero". 

"Fu anche componente la Segreteria Confederale della CGIL cesenate con l’ incarico di Organizzatore, nel periodo difficile delle grandi manifestazioni nazionali. Fece parte anche del Comitato per la difesa della Costituzione. Colpito da avverse condizioni di salute ha mantenuto il suo impegno, e solo da pochi mesi era entrato in pensione.  Alla famiglia porgiamo le più sentite condoglianze", conclude la Cgil cesenate.

Il cordoglio del sindaco Enzo Lattuca

 “Con grande dispiacere apprendo della morte di Silvio Zitelli, da sempre presente nel dibattito pubblico, dapprima come consigliere comunale (appena 18enne), poi come Assessore, e in seguito come sindacalista della Cgil e cittadino attivo che teneva particolarmente alla città di Cesena. Avendolo conosciuto nell’arco di più anni ho sempre intravisto in lui una grande determinazione nelle battaglie che ha condotto e, soprattutto negli ultimi tempi, anche molta umanità. Zitelli per tutti i giovani che hanno cominciato a praticare politica nella nostra città è un saldo punto di riferimento”.

“Anche a lui inoltre – prosegue il Sindaco – dobbiamo l’avvio di un primo e stimolante dibattito sulla riorganizzazione delle cure sul territorio, iniziando a immaginare un nuovo ospedale. Per Silvio Zitelli, che ha gestito negli anni le deleghe alle politiche giovanili e dello sport, ai servizi sociali e sanitari, ai lavori pubblici, già nei primi anni 2000, prima ancora di pensare al contenitore occorreva soffermarsi sul contenuto mediante l’attuazione di Protocolli operativi utili a valorizzare le diverse figure professionali della sanità e a un lavoro bene integrato. Oggi questo dibattito, avviato da Amministratori lungimiranti, è diventato una azione concreta che vede tutti noi, insieme ad Ausl e alla Regione Emilia-Romagna impegnati nella realizzazione del futuro ospedale di Cesena”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dirigente politico, assessore e sindacalista: addio al "compagno" Zitelli. Il ricordo commosso della Cgil

CesenaToday è in caricamento