Diocesi, le nuove disposizioni: per i funerali solo preghiera alla chiusura della bara e al sepolcro

Le chiese restino aperte durante il giorno per consentire la preghiera personale e l’incontro con i sacerdoti. Tra le disposizioni anche quella di togliere l’acqua benedetta dalle acquasantiere

Il vescovo di Cesena- Sarsina, monsignor Douglas Regattieri, in riferimento al comunicato della Conferenza episcopale italiana CS 11/2020 e al decreto del presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, in comunione con gli arcivescovi di Bologna, Ravenna-Cervia, Ferrara-Comacchio e i vescovi di Imola, Faenza-Modigliana, Forlì-Bertinoro, ha emanato un decreto che contiene disposizioni obbligatorie. "Nei luoghi di culto e ad uso pastorale si evitino assembramenti di persone - evidenzia il vescovo -. Tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi si garantisca e rispetti la distanza tra persone di almeno un metro (Cf. DPCM 8 marzo 2020, art. 2 lettera v)".

Le chiese restino aperte durante il giorno per consentire la preghiera personale e l’incontro con i sacerdoti. Tra le disposizioni anche quella di togliere l’acqua benedetta dalle acquasantiere. Fino al prossimo 3 aprile compreso, sono sospese le SS Messe feriali e festive alla presenza dei fedeli. Pertanto è sospeso il precetto festivo (can 1248 &2). "Si invitano i fedeli alla preghiera personale e in famiglia, utilizzando i sussidi proposti dagli organismi pastorali e seguendo le celebrazioni trasmesse via streaming, alla radio e alla televisione", viene sottolineato.

Fino al prossimo 3 aprile compreso è sospesa la celebrazione di battesimi, cresime, prime comunioni e matrimoni, con la partecipazione di fedeli. È consentita la celebrazione dei sacramenti in caso di urgente necessità.  È consentita la visita per l'Unzione degli infermi e il Viatico. Per i funerali sono consentite esclusivamente la preghiera alla chiusura della bara e quella al sepolcro (Cf. Rito delle Esequie, prima parte n. 3 e n. 5). Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospese le visite alle famiglie per le benedizioni pasquali e gli incontri di catechesi. Ove possibile si svolgano attività di formazione attraverso sussidi e/o via streaming.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fino al prossimo 3 aprile compreso sono sospese le attività formative, aggregative, sportive di circoli e oratori, ma anche manifestazioni, eventi e spettacoli di qualsiasi natura, inclusi quelli cinematografici e teatrali, feste e sagre parrocchiali, pellegrinaggi e gite. I Centri d’ascolto e i servizi della Caritas diocesana e parrocchiali sono aperti e svolgeranno la propria attività in accordo con i rispettivi responsabili e secondo le indicazioni delle competenti autorità territoriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento