Studenti contro la didattica a distanza, 'studiano' davanti al liceo: si allarga il malcontento

Il malcontento degli studenti contro l'ormai famosa Dad coinvolge anche Cesenatico, ed in particolare gli studenti del liceo scientifico "Enzo Ferrari"

L’ultimo decreto, firmato il 4 novembre dal Premier Giuseppe Conte, ha confermato la presenza della didattica a distanza nelle scuole secondarie di secondo livello.  Il malcontento degli studenti contro l'ormai famosa Dad coinvolge anche Cesenatico, ed in particolare gli studenti del liceo scientifico "Enzo Ferrari", che di buon mattino hanno messo in atto la loro protesta pacifica.

Nella giornata di giovedì, i ragazzi 'armati' di pc, tablet e cellulari, hanno organizzato un sit-in pacifico fuori dal loro istituto.  Si sono dati appuntamento alle 7.55, hanno disposto i banchi della scuola mantenendo tutte le distanze di sicurezza, su ognuno di essi hanno attaccato un foglio con su scritto “Noi ci siamo” e, con mascherine indossate, hanno incominciato e seguire le lezioni della giornata.   Con sé, hanno portato due cartelloni sui quali hanno esternato il loro pensiero riguardo la didattica a distanza. 

studenti protesta didattica a distanza-2

Il primo dice: “La scuola è un diritto, lo dice la costituzione. Vogliamo tornare in presenza a lezione.”  Il secondo cita una frase di Nelson Mandela: “L’istruzione è l’arma più potente che si possa usare per cambiare il mondo”.  Le proteste pacifiche con i ragazzi che 'studiano' all'esterno dei propri istituti si stanno diffondendo praticamente in tutta Italia. Una presa di posizione che spesso vede in prima linea anche i genitori. Solo qualche giorno fa i genitori rappresentanti in Consiglio d'istituto al liceo Righi di Cesena hanno inviato una lettera alle istituzioni, con un accorato appello per il ritorno alla didattica in presenza.

protesta studenti ok-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Ristoratrice apre le porte del suo agriturismo e accoglie 58 clienti a pranzo e cena: denunciata

Torna su
CesenaToday è in caricamento