Inseguimento nei boschi, esce dal cespuglio a mani alzate: nascondeva un fucile

L'episodio si è consumato nella nottata tra mercoledì e giovedì a "Lo Stradone" di Borghi

Ha cercato di sfuggire al controllo dei Carabinieri della stazione di Sogliano al Rubicone. Ma è stato inseguito ed fermato. Il tutto perchè girava con un fucile semiautomatico monocanna. Un impiegato riminese di 38 anni è stato denunciato a piede libero per porto abusivo di arma senza giustificato motivo e arma per uso venatorio carica e non in custodia in periodo in cui è vietata la caccia. L'episodio si è consumato nella nottata tra mercoledì e giovedì a "Lo Stradone" di Borghi.

Alla pattuglia dell'Arma, in servizio di perlustrazione con finalità specifiche di repressione in particolare dei reati contro il patrimonio in ore notturne, non è sfuggito il comportamento anomalo di un automobilista, che ha tentato di eludere il controllo. La vettura, inoltre, ha effettuato un'inversione di marcia, allontanandosi a fari spenti. Immediatamente i militari si sono posti all'inseguimento del mezzo. Il conducente, accortosi di essere seguito, ha accelerato in direzione Poggio Berni.

Una volta raggiunto, è stato trovato fermo nell'intento a chiudere lo sportello del passeggero e ripartire. Contemporaneamente è uscito da un tratto di boscaglia non illuminata il trentottenne con le mani alzate. A seguito di controllo, è stato rinvenuto nei pressi della sua persona, nascosto tra i cespugli, un fucile semiautomatico monocanna carico pronto all’uso di cui l’uomo si è assunto la proprietà. Anche il conducente è stato identificato e sottoposto a perquisizione personale, ma è risultato, al momento, estraneo ai fatti. Il fucile è stato posto sotto sequestro penale. Sul conto dell’uomo verrà inoltrata proposta di revoca della licenza di porto di fucile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento