Denso fumo nero si leva in cielo: numerose squadre dei pompieri per sedare il rogo

Un denso fumo nero si è levato in cielo in tarda mattinata di lunedì, intorno alle 13: denso e minaccioso su molte abitazioni e attività

Foto di un lettore

Un denso fumo nero si è levato in cielo in tarda mattinata di lunedì, intorno alle 12: denso e minaccioso su molte abitazioni e attività della zona tra Gambettola e Budrio. E' l'incendio che ha riguardato un capanno agricolo che si trova nella zona di via Montanari, a ridosso della ferrovia, poco fuori l'abitato di Gambettola. Sul posto si sono portate numerose squadre dei vigili del fuoco, per arginare le fiamme che hanno preso a divampare robuste.

Il rogo è scoppiato in una grossa rimessa di attrezzi agricoli e materiale vario. All'interno si trovavano soprattutto attrezzature e macchinari come un piccolo trattore, attrezzi tagliaerba, caricabatterie più altri oggetti stipati all'interno e in disuso. Al sindaco di Gambettola Roberto Sanulli - che è stato presente sul posto assieme alla Polizia Municipale e ai Carabinieri di Gambettola - non è stata comunicato alcun rischio di pericolosità o tossicità del materiale attinto dalle fiamme. Nessuno è rimasto ferito o intossicato. Ad originare il rogo potrebbe essere stato un cortocircuito, dato che al momento dell'incendio un attrezzo si trovava in fase di ricarica. 

Disagi al traffico si sono verificati in via Montanari, con la chiusura della trafficata arteria per circa mezzora. Solo lievi rallentamenti per i treni in transito nell'adiacente linea ferroviaria. Il vento, in particolare, spingeva il fumo in direzione mare, lasciando così indenni i ibinari dalla nube di fumo, nonostante la loro vicinanza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento