rotate-mobile
Cronaca

Il territorio ai raggi x: a Gambettola la maggiore densità demografica, a Premilcuore quella minore. A Galeata e Savignano più stranieri

Sotto l’aspetto demografico, al 31/12/2021 risultano 391.524 residenti in provincia (-0,65% rispetto al 2016). Le statistiche diffuse dalla Camera di commercio della Romagna

I "Numeri del Territorio" della Camera di commercio è un insieme di report di analisi economico-sociale con dati a carattere strutturale, tendenziale e di benchmarking. Sono presenti le sezioni di analisi relative alla Demografia (fonte ISTAT), all’Imprenditorialità (fonte Infocamere StockView) e alla Ricchezza (fonte Ministero Economia e Finanze). L’analisi del territorio della provincia di Forlì-Cesena si compone di 57 report (30 Comuni, 26 aggregazioni territoriali e 1 provinciale). 

Demografia in provincia

Sotto l’aspetto demografico, al 31/12/2021 risultano 391.524 residenti in provincia (-0,65% rispetto al 2016). La popolazione residente si concentra prevalentemente nei Comuni di Forlì (per il 29,8% del totale), Cesena (24,6%) e Cesenatico (6,6%). Il comprensorio di Cesena risulta essere quello più popoloso (207.903 residenti pari al 53,1% del totale provinciale), con una densità demografica pari a 186 abitanti per km quadrato (la media provinciale è pari a 165 ab/kmq) e con una flessione della popolazione pari allo 0,12% nel medio periodo (2021-2016). La densità demografica maggiore si conferma nel Comune di Gambettola (1.367 abitanti per km quadrato), quella minore a Premilcuore (7 ab/kmq).

In generale, l’81,8% dei residenti in provincia è concentrato in pianura (densità pari a 464), dove negli ultimi 5 anni la popolazione è diminuita dello 0,21%; in collina (dove si concentra il 14,9% della popolazione residente totale) la densità demografica è pari a 57 ab/kmq e la popolazione si è ridotta del 2,07% dal 2016; in montagna, invece, si riscontra il 3,3% dei residenti totali (densità pari a 19 ab/kmq), in flessione del 4,76% nel medio periodo e prevalentemente anziani, con indice di vecchiaia (rapporto tra il numero degli over 64enni e il numero dei giovani fino ai 14 anni) pari a 256,3, contro il dato medio provinciale di 198,0. Tra tutte le aggregazioni territoriali della provincia di Forlì-Cesena, la Valle del Basso Rubicone presenta la più elevata densità demografica (664 abitanti per km quadrato), comprende il 14,6% dei residenti totali, la sua popolazione è cresciuta dell’1,23% negli ultimi 5 anni ed è il territorio con l’indice di vecchiaia più contenuto (148).

Nel 2021, la media provinciale dell’incidenza di stranieri residenti sul totale della popolazione è dell’11,9%; il Comune di Galeata si conferma quello con la maggiore presenza di cittadini non italiani (20,4%), seguito da Savignano sul Rubicone (17,6%) e da Civitella di Romagna (16,7%). Tra le aggregazioni territoriali, la presenza di cittadini non italiani residenti è maggiore della media provinciale per quanto riguarda la Valle del Bidente (14,9%), la Valle del Basso Rubicone (13,9%) e l’area della montagna forlivese (13,7%); inferiore al dato provinciale nella Valle del Savio (9,0%) e nella Vallata del Tramazzo (8,7%).

Il tasso migratorio netto provinciale (saldo migratorio per 1.000 abitanti, che comprende il movimento migratorio di stranieri e di italiani da altri Comuni e dall’estero, N.d.R.) è pari a 6,3 immigrati netti per 1.000 abitanti; tale rapporto può fornire indicazioni utili circa l’attrattività di un territorio che, per il 2021, risulta superiore alla media nella Vallata del Rabbi (18,8) e nella collina forlivese (10,8), mentre appare più contenuto, ma comunque positivo, nella Valle dell’Uso-Rubicone (4,1).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il territorio ai raggi x: a Gambettola la maggiore densità demografica, a Premilcuore quella minore. A Galeata e Savignano più stranieri

CesenaToday è in caricamento