Quartieri, i numeri confermano il grande impegno di presidenti e consiglieri

"I dati dell’attività si confermano importanti, soprattutto se commisurati ad un impegno totalmente volontaristico", viene evidenziato

Foto di repertorio

Si è tenuta mercoledì la terza Conferenza dei quartieri, organismo previsto dal regolamento approvato con delibera di Consiglio comunale il 16 marzo 2015 allo scopo di consolidare il legame e la relazione istituzionale fra i dodici Quartieri della città ed il Consiglio comunale. Ne fanno parte, oltre ai dodici presidenti di quartiere, il presidente del Consiglio comunale, i capigruppo consiliari e i presidenti delle commissioni consiliari. Anche quest’anno l’incontro ha costituito l’occasione per presentare l'importante attività istituzionale, sociale e culturale realizzata nei quartieri. Come ha infatti evidenziato il coordinatore del Collegio dei Presidenti di quartiere Fabio Pezzi nella sua relazione introduttiva, “a tre anni dal loro insediamento i dati dell’attività si confermano importanti, soprattutto se commisurati ad un impegno totalmente volontaristico: 296 riunioni dei consigli, 76 riunioni delle commissioni di lavoro, 289 assemblee pubbliche, per un totale di 661 iniziative di natura istituzionale, aperte alla cittadinanza”.

Appuntamenti, questi, a cui vanno aggiunte le iniziative aventi carattere ludico, ricreativo, relazionale, culturale e sanitario, che fino ad oggi sono state 737, di cui 273 solamente nell’ultimo anno "a testimonianza - ha commentato Pezzi - di come l’attività dei quartieri prosegua a ritmo incessante, pur avviandoci tutti verso la fine della legislatura in corso. Un lavoro che, pur richiedendo una ingente capacità organizzativa e di ascolto delle esigenze dei cittadini, siamo certi rappresenti la condizione essenziale per poter davvero parlare di partecipazione attiva e di coinvolgimento dei cittadini verso le scelte che li riguardano".

Gli fanno eco il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla partecipazione Simona Benedetti: “Questi dati sottolineano e confermano la grande vitalità dei nostri quartieri e lo spirito di volontariato e partecipazione attiva che anima i loro presidenti e tutti i consiglieri, che svolgono un lavoro fondamentale per la nostra città. Oltre ai tanti progetti e agli ambiti di intervento su cui sono impegnati (dai temi della progettazione urbanistica, ai lavori pubblici, dalla mobilità all’edilizia scolastica e alle manutenzioni), i quartieri sono infatti veri e propri presidi di socialità: basti pensare, a questo proposito, che nelle loro sedi svolgono la loro attività circa 100 associazioni, 6 centri anziani, 2 ambulatori sociali, 4 centri di aggregazione giovanile e 10 biblioteche in rete con la Biblioteca Malatestiana".

"E poi, ancora - proseguono sindaco e assessore -, il ruolo attivo e propositivo, spesso di sintesi e coordinamento, svolto nell’ambito del percorso partecipato ‘Carta Bianca’: dai 32 progetti presentati e approvati nel 2017, i cui cantieri partiranno a settembre, per un importo di 1.000.000 di euro, ai 59 progetti del 2018, per un importo raddoppiato di 2.000.000 di euro. Per tutto questo grande e importante lavoro svolto in maniera volontaria e appassionata, non possiamo che ringraziare i 12 presidenti di quartiere e i 116 consiglieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

Torna su
CesenaToday è in caricamento