Cronaca

Tutela dell'ambiente e della salute, l'Arpa non guarda alla crisi e aumenta i controlli

"Dai numeri risulta che ogni settimana sono effettuate circa 45 istruttorie, sono prodotti 26 pareri ambientali, avvengono circa 12 sopralluoghi sulle reti di monitoraggio", afferma Luigi Vicari, direttore di Arpa

Controllo e prevenzione in campo ambientale. Tutela della salute dei cittadini e promozione della sostenibilità. Sono solo alcuni degli obiettivi dell'Arpa, Agenzia ambientale della Regione Emilia Romagna sezione Forlì-Cesena, che ha presentato i numeri delle principali attività svolte negli ultimi due anni. "La crisi economica si è tradotta in una leggera diminuzione delle istruttorie compiute per le autorizzazioni ambientali - esordisce Luigi Vicari, direttore di Arpa Forlì-Cesena -. Tuttavia è aumentata l’attività ispettiva finalizzata a  verificare il rispetto delle norme ambientali, a tutela anche della salute".

Dai numeri risulta che ogni settimana sono effettuate circa 45 istruttorie, sono prodotti 26 pareri ambientali, avvengono circa 12 sopralluoghi sulle reti di monitoraggio. "Le ispezioni sono 23-24 alla settimana - aggiunge Vicari -. nel 18% circa dei casi da queste si avviano attività di Polizia Giudiziaria. Quest'ultimo dato mette in risalto l'incidenza dell'attività sanzionatoria sul totale dei controlli. Dalle attività svolte deriva anche l'accettazione di quasi 6000 campioni da analizzare in laboratorio".

"Negli ultimi due anni è stato inoltre ridotto il tempo di risposta alle richieste, in particolare per i pareri ambientali che, nell'80% dei casi, sono espressi entro 30 giorni - conclude Vicari -. Risulta quindi elevato il livello di controllo dell'ambiente e del territorio, sia per il monitoraggio dello stato dell'ambiente, sia per le ispezioni sulle attività umane presenti, sia per l'espressione di pareri ambientali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutela dell'ambiente e della salute, l'Arpa non guarda alla crisi e aumenta i controlli

CesenaToday è in caricamento