menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Popolazione, calano gli stranieri a Cesena: la maggioranza sono romeni

Continua così per il secondo anno consecutivo la diminuzione dei bimbi nati da genitori stranieri, passando da una percentuale del 19,2% registrata nel 2013 ad una percentuale del 18,6% registrata nel 2014 sull’ammontare delle nascite

Dei 763 nuovi nati nel 2014, 142 sono stranieri. Continua così per il secondo anno consecutivo la diminuzione dei bimbi nati da genitori stranieri, passando da una percentuale del 19,2% registrata nel 2013 ad una percentuale del 18,6% registrata nel 2014 sull’ammontare delle nascite. Per quanto riguarda l’origine, guida la graduatoria delle cittadinanze quella marocchina con 29 nati (16 maschi e 13 femmine), a seguire  troviamo la Tunisia con 17 (9 maschi e 8 femmine), al terzo posto si evidenzia la Romania. 12 i bimbi albanesi e 14 quelli nigeriani.

La popolazione straniera - Per quanto riguarda più in generale la popolazione straniera residente in città, dopo le numerose cancellazioni per irreperibilità al censimento, questa scende al di sotto dei livelli di fine 2011 raggiungendo al 31 dicembre le 9.329 unità (9.510 a fine 2013, 9.784 nel 2012). Nel 2014 la Romania, con 1.459 cittadini residenti, si attesta saldamente al primo posto - unica a crescere mentre quasi tutte sono in leggero calo - e si distanzia ulteriormente dalla comunità albanese che conta 1.171 residenti. In questi ultimi anni sono diventate numericamente consistenti  le comunità provenienti dai nuovi stati membri dell’Unione europea: Bulgaria (827), Polonia (605) e Ucraina (510). Di rilievo anche le comunità provenienti da paesi africani come Marocco (881), Tunisia (538) e Nigeria (340), consistente anche la comunità Bangladese (438). Si evidenzia come gli avvenimenti geo-politici di questi ultimi anni abbiano influenzato i flussi migratori verso l’Italia e la città di Cesena La caduta del muro di Berlino, la dissoluzione dell’Unione sovietica, l’ingresso nell’Ue degli stati dell’Est hanno rappresentato la spinta nella migrazione delle popolazioni.

I flussi migratori - A partire dal 2000 l’ingresso di cittadini stranieri a Cesena è divenuto consistente; il fenomeno ha raggiunto il suo apice nel 2009 quando ne immigrarono ben 1.384, mentre negli anni successivi le immigrazioni di stranieri sono man mano calate facendo registrare in quest’ultimo anno 832 iscritti in anagrafe. Da rilevare che il 51,8% degli stranieri provengono da paesi europei, di questi ben 269 da paesi dell’Ue. Si indebolisce l’ingresso di stranieri dal Marocco e questo consente all’Albania di guadagnare il secondo posto con 75 immigrati, troviamo il paese africano in terza posizione con 71 nuovi iscritti. Il continente Africano nel 2014 registra 252 ingressi in totale, leggermente superiore a ciò che veniva registrato nel 2013 (+244). In Asia  (+115) si distingue per numero di arrivi la Cina, 53 solo nel 2014. L’America con 33 ingressi in totale lascia dietro di sé l’Oceania dove si registra un solo ingresso.

“Le elaborazioni dell’Ufficio Statistica – commenta il sindaco Paolo Lucchi - ci forniscono sempre informazioni preziose per capire come cambia la città e quali potranno essere le sue nuove esigenze. Anche questo approfondimento non fa eccezione: fotografando la distribuzione della popolazione sul territorio, la presenza della popolazione straniera, i flussi migratori, non solo ci fa conoscere meglio la nostra città, ma ci fornisce anche molti elementi su cui riflettere e informazioni di cui tenere conto nella definizione dei servizi”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento