menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ecco come evolve Gambettola, calano i nuovi nati: l'età media è di 43,7 anni

“La nostra città – afferma il sindaco Sanulli – cresce più lentamente, ma non si ferma"

L’Istat ha recentemente pubblicato i dati definitivi relativi all’anno 2015: in Italia risiedono 60.665.551 persone, di cui più di 5 milioni di cittadinanza straniera. Nel corso del 2015 il numero dei residenti ha registrato una diminuzione consistente per la prima volta negli ultimi 90 anni: il saldo complessivo è negativo per 130.061 unità. Per quanto riguarda Gambettola, ci sono molti elementi degni d'attenzione nei dati, relativi all’anno 2015, che segnalano un rallentamento nell’aumento della popolazione, infatti nel 2014 era cresciuta dello 0,8% mentre nel 2015 è aumentata dello 0,2%. Al 31 dicembre scorso gli abitanti erano 10.660 abitanti, 23 in più rispetto al 2014. L’età media si attesta a 43,7 anni, leggermente inferiore alla media nazionale che è di 44,7 anni, i residenti sono per il 48,5% maschi e 51,5% femmine. 

“Diversi elementi contribuiscono a determinare questo risultato - sottolinea il sindaco Roberto Sanulli - nel 2015 il numero dei nati (85 in totale – 40 maschi e 45 femmine) si è ridotto rispetto al 2014 (quando furono 100), per contro è aumentato il numero dei decessi (90 in totale – 38 maschi e 52 femmine a fronte degli 84 del 2014). Da segnalare che ben il 35% dei nati è cittadino straniero. Quindi il saldo naturale è negativo (-5) anche a Gambettola, come in quasi tutto il Paese”.  

Il movimento migratorio rappresenta certamente la componente più dinamica e significativa del movimento della popolazione: negli ultimi dodici mesi sono immigrate nel nostro Comune 424 persone, per la metà stranieri. Gli emigrati ammontano invece a 346 persone alle quali si aggiungono 50 cancellazioni di cittadini irreperibili, nella maggioranza dei casi stranieri. Nel 2015 sono stati 38 i cittadini stranieri che hanno ottenuto il riconoscimento della cittadinanza italiana.

L’aumento, seppur contenuto, della popolazione è dovuto a due fattori: diminuisce la popolazione italiana che dai 9.096 residenti del 2014 passa ai 9.062 del 2015 (- 34 unità); cresce invece la popolazione straniera che passa dai 1.541 residenti del 2014 ai 1.598 del 2015 (+57 unità). La cittadinanza più rappresentata, dopo quella italiana, è quella Bulgara che conta 378 unità, a seguire troviamo la Rumena (279), quella Marocchina (264) e quella Albanese (236). 

Il numero delle famiglie ha raggiunto quota 4.243; il numero medio dei componenti continua la sua discesa, oggi è di 2,5 persone per famiglia (nel 1980 era di 3,24). Analizzando l’età della popolazione gambettolese si rileva che circa il 64% di essa costituisce la “popolazione attiva” con un’età compresa tra i 16 ed i 64 anni, mentre oltre il 20% ha superato i 65 anni, quasi il 10% è rappresentato da ragazzi in età scolare ed il restante 6% è costituito da bimbi in età prescolare.

“La nostra città – conclude il sindaco – cresce più lentamente, ma non si ferma. Lo sbilanciamento demografico tra nati e morti segnala il progressivo invecchiamento della popolazione e ci consegna nuove problematiche da affrontare e la ricerca di soluzioni adeguate alla fase economico-sociale che stiamo attraversando. Come Amministrazione dedichiamo la massima attenzione alle diverse fasce della popolazione, in particolare ai ragazzi e agli anziani. La scuola è una delle nostre priorità, sia per gli ambienti, che vogliamo rendere sempre più confortevoli e sicuri, sia per la quantità e la qualità dei servizi scolastici che mettiamo a disposizione dei ragazzi e delle loro famiglie. In questi anni stiamo destinando maggiori risorse e ridisegnando le politiche del welfare: grazie ai servizi sociali, che dal 2015 gestiamo insieme agli altri comuni dell’Unione Rubicone e Mare e grazie all’Azienda sanitaria, attraverso il potenziamento della qualità dei servizi erogati dalla Casa della Salute. Abbiamo di fronte sfide impegnative che vogliamo vincere rendendo la nostra città sempre più vivibile e accogliente”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento