menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Cesena dai capelli bianchi: la cittadina più longeva ha 108 anni

Qualche decennio fa vivere fino a 100 anni sembrava un traguardo quasi impossibile da raggiungere. Oggi, invece, il numero dei centenari è davvero alto

Nel 2014 la popolazione di Cesena è diventata ancora più anziana: quasi un quarto dei suoi abitanti ha più di 65 anni, mentre gli over 75 rappresentano il 12,7%; in questo quadro risulta nutrito anche il ‘club dei centenari’, di cui fanno parte 29 persone (con una nettissima preponderanza femminile). E’ quanto emerge dal dossier sulla popolazione anziana predisposto dal servizio Statistica del Comune sulla base dei dati riferiti all’anno appena concluso.

“Questo studio è uno strumento prezioso – sottolinea il sindaco Paolo Lucchi – che ci fornisce indicazioni fondamentali per comprendere come si evolve la nostra società e quali saranno le necessità che dovremo affrontare in futuro. L’analisi dai dati, infatti delinea con chiarezza il consolidarsi del fenomeno: già da diversi anni, infatti, assistiamo anche nella nostra città ad un progressivo invecchiamento della popolazione, che rispecchia l’andamento nazionale, aumentando l'aspettativa di vita, ma ponendoci anche davanti nuovi problemi. In particolare quelli collegati con i servizi per i più anziani, ma anche quelli legati alla loro socialità, che a Cesena trova già risposte avanzate nel mondo del volontariato e nei Centri anziani (una mezza dozzina quelli attivi sul territorio, con oltre 2200 associati). Temi, questi, che ci impongono di adeguare l’organizzazione dei servizi, con l’intento di mantenerne il livello rassicurante anche in questa difficile fase, e di avviare un confronto con le rappresentanze sociali di Cesena per costruire assieme la "rete" per il futuro dei cesenati meno giovani".

Molteplici i fattori che concorrono al progressivo invecchiamento della popolazione: da un lato il continuo allungamento della vita media, dall’altro il persistente regime di bassa fecondità. In ragione di tali fattori, il rapporto tra gli anziani e i giovani ha assunto uno squiibrio notevole nel nostro Paese: al 1° gennaio 2013 nella popolazione italiana si contavano 151,4 persone di 65 anni e oltre ogni 100 giovani con meno di 15 anni. Tra i Paesi europei ci superava solo la Germania (158), mentre la media Ue28 è pari 116,6. Questa misura rappresenta il “debito demografico” contratto da un paese nei confronti delle generazioni future, soprattutto in termini di previdenza, spesa sanitaria e assistenza. Per quanto riguarda Cesena, l’indice di vecchiaia risulta più alto rispetto alla media nazionale: nel 2014 ogni 100 giovani che si apprestano entrare nel mondo del lavoro, si contano 184 che ne escono (nel 2013 erano 182).

E’ pur vero che definire ‘anziano’ per chi ha appena superato i 65 anni spesso non corrisponde alla realtà delle cose: tanti 65enni oggi, grazie al benessere generale, vivono nel pieno delle loro forze, spesso ben inseriti nella realtà quotidiana, del lavoro e della famiglia, tanto che la loro esperienza è di fondamentale sostegno allo sviluppo della collettività. Lo dimostra la larga schiera di over 65 cesenati impegnati non solo all’interno della loro famiglia, ma che mettono a disposizione il loro tempo e le loro capacità nel mondo del volontariato. Da qui l’esigenza di approfondire e monitorare l’evoluzione del fenomeno puntando l’attenzione soprattutto sui “grandi anziani” con 75 anni ed oltre.

I grandi anziani - Nell’ultimo anno nei 12 quartieri di Cesena si è registrato un aumento dei grandi anziani, che sono passati da 11.955 a 12.316 (+3% rispetto al 2013). Il maggior numero di over 75 si concentra nel quartiere Oltre Savio (2.393), seguito dal Cervese Sud (1.709), dal Centro Urbano (1.704) e dal Fiorenzuola (1.459). Con l’aumentare dell’età sale anche il rapporto fra vedovi e vedove: queste ultime  superano di oltre 5 volte i vedovi (4.445 vedove contro soli 827 vedovi), confermando le proporzioni già rilevate nel 2013.

Le famiglie con anziani - Ad oggi sono 15.907 le famiglie cesenati che hanno al loro interno almeno una persona con 65 anni ed oltre. Di queste ben 9.640 (23% di tutte le famiglie cesenati) sono famiglie composte da anziani soli (5.765 con 1 componente e 3.875 con 2 componenti). A seguire troviamo 892 nuclei in cui solo 1 dei due coniugi ha già raggiunto o superato i 65 anni di età. Ed ancora i nuclei che ospitano 3 o più anziani sono 108. Se si restringe il campo ai grandi anziani, le famiglie che ne accolgono almeno uno sono in tutto 9715 (+254 rispetto all’anno precedente). Da sottolineare che di queste, ben 5.661 (pari al 13,5% del totale) sono composte esclusivamente da over 75: più precisamente, in 4.053 casi si tratta di famiglie mono composte (in cui dunque l’anziano vive solo) mentre sono 1.608 i nuclei dove entrambi i coniugi hanno 75 anni ed oltre. In altre 992 famiglie, infine, uno solo dei due coniugi ha superato tale soglia.

Gli anziani in convivenza - A completare il quadro, gli anziani che vivono “in convivenza”. A fine 2014 erano 346 le persone, con 65 anni o più affidate alle varie tipologie di convivenza (convivenze religiose, case di riposo, case protette), di questi cittadini 75 sono maschi e 271 femmine. Ampliando la lente rileviamo che dei 346 anziani in convivenza ben 301 (87%) hanno superato i 75 anni (57 maschi e 244 femmine). Un’ultima curiosità 105 degli anziani in convivenza sono nati e sempre vissuti nella nostra città.

Popolazione con 100 anni ed oltre - Qualche decennio fa vivere fino a 100 anni sembrava un traguardo quasi impossibile da raggiungere. Oggi, invece, in Italia il numero dei centenari è davvero alto: sono 16mila. Di questi, ben 13.040 sono donne, mentre solo 3.105 sono uomini. Sono 29 i cittadini cesenati che al 31 dicembre avevano raggiunto e superato la soglia dei cento anni d’età (erano 33 nel 2013), di questi soltanto 4 maschi e 27 femmine. La cittadina più longeva del nostro comune ha spento nell’ottobre dello scorso anno ben 108 candeline. Questo piccolo esercito è composto per intero da cittadini italiani e 24 di essi sono nati in un comune della provincia di Forlì-Cesena. Nella loro condizione di stato civile prevale ovviamente la vedovanza, per 3 signore lo stato civile è “nubile”. Ben 24 sono all’interno del proprio nucleo famigliare e 19 di questi sono intestatari di foglio di famiglia, mentre 5 sono ospiti di una convivenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Piccoli ma sorprendenti: i musei più curiosi dell'Emilia Romagna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento