Col solleone arrivano i soldi del nevone 2012: 5,5 milioni per aziende e strade

Arrivano i primi 5 milioni e 528 mila euro assegnati dallo Stato alla Regione Emilia-Romagna per fronteggiare le conseguenze delle eccezionali nevicate di febbraio 2012. Si tratta della prima annualità prevista dalla Legge di stabilità per il 2013

Arrivano i primi 5 milioni e 528 mila euro assegnati dallo Stato alla Regione Emilia-Romagna per fronteggiare le conseguenze delle eccezionali nevicate di febbraio 2012. Si tratta della prima annualità di risorse prevista dalla Legge di stabilità per il 2013: i trasferimenti proseguiranno anche nei prossimi anni, fino a raggiungere complessivamente la somma di 12 milioni e 600 mila euro entro il 2015.

I fondi saranno impiegati anche per la concessione di contributi a favore di privati e imprese delle province di Forlì-Cesena e Rimini, le più colpite dall’evento atmosferico, per sostenere gli interventi in conto capitale necessari a riparare i danni. A tal fine, come ha stabilito la Giunta regionale con propria delibera, sarà destinato il 25% dei finanziamenti disponibili per quest’anno, equivalente a 1 milione e 382 mila euro. La quota restante, 4 milioni e 146 mila euro, sarà impiegata per la messa in sicurezza del territorio e il ripristino delle opere pubbliche o di interesse pubblico in comuni interamente montani delle stesse provincie o in altri, sempre montani, eventualmente interessati dall’emergenza.

“Il nostro obiettivo - afferma l’assessore regionale alla Difesa del suolo Paola Gazzolo - è quello di risarcire gli enti locali per i danni subiti, ma anche di favorire il sostegno socio-economico alle comunità dell’Appennino, assicurando adeguati livelli dei servizi pubblici essenziali e degli altri servizi di utilità sociale”. Perché i Comuni possano beneficiare dei contributi sono necessarie tre condizioni: una correlazione tra le eccezionali nevicate del 2012 e i danni causati; la presenza di danni gravissimi ad elementi strutturali di edifici strategici e rilevanti (scuole, chiese e sedi municipali); infine l’esistenza di un provvedimento di inagibilità che impedisce l’utilizzo degli immobili.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Nelle prossime settimane - conclude Gazzolo - stabiliremo i criteri, le procedure e le priorità per la concessione dei contributi a favore dei privati e delle attività produttive danneggiate, all’insegna del principio di equità che da sempre perseguiamo. Uno specifico Piano degli interventi messo a punto dall’Agenzia regionale di Protezione civile definirà, d’intesa con gli enti locali, il ripristino delle opere pubbliche e di interesse pubblico colpite dalle eccezionali nevicate del 2012”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento