Cronaca

Dalla sua mente le app che spopolano sugli smartphone: ora guida un'azienda con 30 dipendenti

Domeniconi, alle sue spalle, ha un passato di innovazione, idee, progetti, ricerca di capitali e fasi di lancio

L'uomo delle "start up" ha un nome: Luca Domeniconi. Oggi è amministratore di Gh Srl, azienda che ha terminato con ampio anticipo e ottime performance la fase di incubazione e, oltre ai 30 dipendenti assunti, può festeggiare traguardi prestigiosi. Ma Domeniconi, alle sue spalle, ha un passato di innovazione, idee, progetti, ricerca di capitali e fasi di lancio. Ovvero un passato da startupper. Nel 2013, dopo essersi laureato in ingegneria informatica a Cesena, ha progettato Fitstadium, un'app per smartphone, utile per allenarsi a casa.

"Neanche avessi previsto il Covid in cui tutti si allenavano da casa... - scherza Luca - Alla fine è andata benissimo perché, dopo essere stata prima in classifica negli store di Apple e Android relativamente alla classifica del benessere, è stata venduta a Technogym. Poi ne ho creata subito un'altra, Ares, sulle solette al carbonio. "Ne ho vendute tantissime - continua Luca - Si tratta di solette che, grazie alla struttura in carbonio, riutilizzano l'energia senza disperderla. Riduce il carico sulle articolazioni grazie allo speciale materiale siliconico memory-foam. Un paio di anni dopo la progettazione di Ares, anche Nike ha introdotto questa tecnologia e con quelle scarpe è stato battuto il record della maratona andando sotto le due ore. Un successone".

Poi è arrivata la terza start-up, Gh, un'agenzia di marketing che lavora sull'e-commerce di cui sono soci anche Federico Giannini, Denis Brighi e Michelangelo Aquino. L'obiettivo di Gh è aumentare le performance delle aziende di e-commerce che le si affidano. Come? Grazie a consulenze, campagne commerciali, studio del prodotto, strategie di marketing mirate. "Gh" è nata alla fine del 2018 come start-up e l'altro giorno è stata premiata con "Excelsa – Romagna Award" di Confindustria Romagna, iniziativa biennale nata nel 2011 per dare visibilità alle aziende eccellenti ed evidenziare il fine ultimo di fare impresa: generare benessere collettivo e diffuso.

"Gh è stata premiata - precisa Luca - perchè in questi due anni di vita ha avuto un incremento enorme. Praticamente ha raddoppiato il fatturato e decuplicato i dipendenti. Dai 3 o 4 dipendenti iniziali, siamo passati a 30 dipendenti, con 70/80 aziende abbonata mensilmente al nostro servizio. La nostra idea di base è sfruttare tutta la conoscenza che abbiamo del mondo americano delle start-up. Diamo consigli pratici per migliorare performance e guadagni, sistemiamo le parti che non funzionano, curiamo il marketing, il sito, tutto quello che serve a promuovere un prodotto nel migliore dei modi". Una grande soddisfazione che però non placa la passione per l'innovazione di Luca Domeniconi che è già al lavoro, insieme ai sui soci, per offrire una mano ad altre start up, proprio come erano loro all'inizio. "Non escludo l'idea di offrire consulenza, operatività e capitale a chi ha una start up convincente".  E il laboratorio continua. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla sua mente le app che spopolano sugli smartphone: ora guida un'azienda con 30 dipendenti

CesenaToday è in caricamento