Cronaca

Dalla Regione fondi per dotare i nuovi enti di "temporary manager"

La Giunta regionale ha stanziato risorse aggiuntive per lo sviluppo delle comunità locali e il miglioramento della qualità dei servizi. Il bando scade il prossimo 10 febbraio

Un milione di euro, di ulteriori risorse, per permettere alle Unioni di Comuni dell’Emilia-Romagna di dotarsi di un Temporary Manager, figura professionale che affianchi le amministrazioni nei processi di cambiamento in corso. Lo ha deciso la Giunta regionale, approvando un nuovo bando ad hoc con scadenza il prossimo 10 febbraio. Un bando rivolto alle Unioni costituite, avviate e in sviluppo, ossia a 36 aggregazioni su 43 complessive, e che per il biennio 2021-2022, consentirà di erogare contributi fino al 90% dei costi di affidamento di un incarico esterno per i Temporary Manager.

Un significativo numero di Unioni potrà così avvalersi, grazie ai contributi regionali, di professionisti che potranno supportarle e orientarle nell’analisi, progettazione e realizzazione di piani di sviluppo e di innovazione tecnologica e organizzativa. Obiettivo è il consolidamento degli Enti e l’incremento e miglioramento delle funzioni gestite, puntando a valorizzare il personale in organico e promuovendo l’utilizzo di tecnologie innovative.

"La Regione crede fermamente in questi percorsi di unione e vuole continuare a sostenerli - dichiara l’assessore regionale al Bilancio, Paolo Calvano -. In questo caso di tratta di un investimento che si somma agli oltre 18 milioni di euro che verranno erogati annualmente col Programma di riordino territoriale, in corso di elaborazione per il triennio 2021-23, e hanno le stesse finalità: lo sviluppo delle comunità locali e il miglioramento della qualità dei servizi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione fondi per dotare i nuovi enti di "temporary manager"

CesenaToday è in caricamento