Dalla pianura alla montagna: la Regione presenta il piano di ripristino delle strade

"Nei territori è stato fatto uno sforzo straordinario per limitare al massimo i disagi dei cittadini e delle comunità locali", ha affermato il presidente Bonaccini

Un Piano straordinario da 5 milioni e 250mila euro per la manutenzione straordinaria delle strade della Romagna, deciso dalla Regione per dare una risposta concreta, sia nelle aree di pianura sia in quelle di montagna, di fronte ai notevoli danni alla rete viaria provinciale e a quella dei Comuni provocati in questi mesi dal prolungato maltempo. Un aiuto concreto che segue l’ascolto di sindaci e amministratori locali, che hanno dovuto sostenere sforzi economici ingenti per gestire la fase dell’emergenza, a cominciare dalla pulizia dei tratti stradali dalla neve per garantire l’accesso negli spazi urbani e nei centri abitati.

"Nei territori è stato fatto uno sforzo straordinario per limitare al massimo i disagi dei cittadini e delle comunità locali - ha affermato il presidente Bonaccini - e noi, come avevamo promesso, non intendiamo certo lasciarli soli, intervenendo per risolvere un problema che ha un impatto immediato sulla vita quotidiana delle persone e sull’attività delle imprese. Insieme ai sindaci abbiamo deciso di agire subito con un Piano straordinario da oltre 5 milioni di euro per risistemare le strade e ripristinare la piena viabilità, un Piano importante che però non esaurisce la nostra azione. Oltre alla richiesta dello stato di emergenza nazionale, che abbiamo inviato al Governo nelle settimane scorse, stiamo mettendo a punto un Piano straordinario anche contro il dissesto del territorio, a partire dalle frane, perché è con la prevenzione- ha concluso- che possiamo e dobbiamo rispondere alla legittima domanda di sicurezza delle nostre comunità locali".  

"Esprimo soddisfazione per l'impegno della Regione a favore di un servizio essenziale e di primaria importanza per le comunità- ha sottolineato Davide Drei -. I finanziamenti regionali inseriti nel Piano straordinario consentiranno di fare fronte alle criticità delle nostre strade e di mettere in cantiere interventi di messa in sicurezza urgenti e non più procrastinabili. Oltre alle risorse regionali, la Provincia stessa contribuirà con fondi propri, destinati ad interventi di messa in sicurezza della rete stradale provinciale. L'auspicio è che, congiuntamente allo sforzo di enti locali e Regione, l'intervento sostanziale dello Stato consenta di fare fronte ad opere strutturali, sia sotto il profilo della prevenzione e della difesa del territorio, sia in chiave di promozione turistica".

Fondi

Per le strade provinciali sono previsti 1.105.688 euro per i 209 chilometri della provincia di Forlì-Cesena. Per gli interventi nelle strade comunali sono previsti 619.200 euro per 302 chilometri di strade della Valle del Savio e 238.763 euro per 190 chilometri dell’area Rubicone e Mare. Stanziamenti previsti dal riparto approvato dalla Giunta regionale dei fondi per la manutenzione straordinaria di strade delle Unioni e Comuni di montagna, stanziati nell’ambito del Piano operativo del Fondo sviluppo e coesione infrastrutture 2014-2020. Si aggiungono alle risorse del Fondo regionale per la montagna per 23 fusioni o Unioni di Comuni montani, sempre per il territorio regionale.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Cesena usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento