"Dalla parte di Icarus". Tutti i sì degli Amici della Bici

Una lunga lista di motivazioni a favore di Icarus porta la firma degli Amici della bici di Cesena. Mettono in chiaro il valore del rispetto della legalità, dell'ambiente con un richiamo alla logica

Una lunga lista di motivazioni a favore di Icarus porta la firma degli Amici della bici di Cesena. Mettono in chiaro il valore del rispetto della legalità, dell'ambiente con un richiamo alla logica. “In una città di appena tre chilometri di raggio l’auto è utile quando serve, dannosa se utilizzata a sproposito”.

“Ci rivolgiamo – si legge – a quanti pensano che la legalità sia un valore ovunque e che le regole vanno sempre rispettate; a chi pensa che l’isola pedonale sia appunto un'isola pedonale non altro. Ci rivolgiamo a quanti pensano che se per scelta o per necessità si gira a Cesena senza auto sia giusto farlo in sicurezza e tranquillità in quelle zone cittadine dove questo è previsto e privilegiato”.

“I furbi non vanno mai e comunque giustificati” è la frase che riassume la posizione degli Amici della Bici che non risparmiano stoccate a più parti.
“Costa di più far controllare le entrate al centro da pattuglie di vigili urbani tolte alle maggiori e urgenti necessità della strada e delle nostre periferie, che installare le telecamere di Icarus. Pensiamo che le proteste di tanti politici nostrani, scandalizzati per questa spesa, forse sia più opportuno indirizzarle a ben altre spese e sprechi a noi tutti noti. Infondo – si legge - questa ha prodotto lavoro, opportunità per chi installa questi sistemi e garantisce più sicurezza e legalità per il centro”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C'è un riferimento al commercio: “Pensiamo che un centro più agibile e sicuro per pedoni, ciclisti, anziani, bambini, sia una opportunità anche per il commercio e i piccoli negozi, così come avviene in tante città del nord, e non solo, che da tempo hanno fatto questa scelta. Crediamo infine che tutte le misure atte a favorir la mobilità sostenibile e dolce in una città di quasi 90mila auto sia un dovere per ogni amministratore che voglia fare scelte per il bene comune e la migliore qualità della vita di tutti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento