rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Da Cesena il patrocinio al Summer Pride, l'Arcigay di Rimini: "Un gesto importante"

Si tratta della manifestazione per sensibilizzare contro l'omofobia e per il rispetto dei diritti di libertà

Incontri, sfilata, moda e cinema. Teatro e fumetto. Sabato Rimini si colora con il Summer Pride, la manifestazione per sensibilizzare contro l'omofobia e per il rispetto dei diritti di libertà e che gode del patrocinio del Comune di Cesena oltre che della Regione ed altri enti locali (Rimini, Santarcangelo, Cesena, Gradara, Cattolica, San Giovanni in Marignano). Una manifestazione "di cui c'è sempre più bisogno", afermano gli organizzatori in occasione della conferenza stampa giovedì mattina in Comune.

"E' sbagliato affermare che i pride sono inutili perché l'omofobia non esiste più - afferma Marco Tonti, presidente provinciale dell'Arcigay. In occasione del 50esimo dai fatti di Stonewall che diedero il via a queste manifestazioni, il tema scelto quest'anno è 'Happiness revolution', per ricordare "chi nel 1969 ha capito che era più importante rivendicare il proprio diritto alla felicità che rischiare contraccolpi. C'è chi ha perso il lavoro, ci sono stati scontri e c'è chi ha perso la vita per i diritti di tutti".

La kermesse vedrà anche la sfilata dello stilista cesenate Simone Botte, in arte Simon Cracker, che con le sue collezioni abbatte ogni distinzione di genere, e non solo. Abiti che attraversano il tempo e i generi, che abbandonano il cocnetto di maschile e femminile e perfino quello di taglia. L'appuntamento è alle 18.30. Tonti ha evidenziato il patrocinio di Cesena "come un gesto importante dopo i casi sulle unioni civili" con ricorsi in tribunale. Sulla questione i "Cattolici nel centrodestra" hanno annunciato un'interrogazione in Consiglio comunale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Cesena il patrocinio al Summer Pride, l'Arcigay di Rimini: "Un gesto importante"

CesenaToday è in caricamento