rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Da agosto si potrà donare il sangue in pausa pranzo o al pomeriggio. Nei primi 6 mesi del 2022 quasi 8mila donazioni

“Iniziamo in via sperimentale – segnala Giunchi -, ma se, come ci auguriamo, la risposta dei donatori sarà positiva, confermeremo stabilmente il potenziamento orario"

Avis Cesena amplia gli orari in cui è possibile donare sangue, estendendoli anche alla pausa pranzo e al pomeriggio. Accanto ai momenti consueti, infatti, dall’inizio di agosto sarà possibile effettuare la propria donazione di sangue anche: il martedì dalle ore 7 alle ore 15,45 presso la Casa del Donatore di Case Missiroli il venerdì pomeriggio, dalle ore 16 alle 19,45 presso l’ospedale Bufalini.

La novità riguarda gli oltre 8000 donatori dell’intero comprensorio cesenate, che già fin d’ora possono contattare la segreteria di Avis Cesena (tel. 0547 613193) per prenotare questi nuovi orari. “Disegnare questa nuova organizzazione oraria è stata una bella sfida – sottolinea il presidente di Avis Cesena Gualtiero Giunchi –. Di fatto, mettiamo a disposizione quasi otto ore in più rispetto al passato. A spingerci in questa direzione, la volontà di venire incontro alle esigenze dei donatori, offrendo loro la possibilità di scegliere anche fasce orarie finora non disponibili, come ad esempio la pausa pranzo o il tardo pomeriggio. E chissà che di fronte a questa opportunità, si faccia avanti anche qualche nuovo donatore, che finora aveva rinunciato per mancanza di tempo”.

“Iniziamo in via sperimentale – segnala Giunchi -, ma se, come ci auguriamo, la risposta dei donatori sarà positiva, confermeremo stabilmente il potenziamento orario. L’obiettivo di Avis e donatori, del resto, è uno solo: poter garantire a tutti il farmaco-sangue, per non lasciare indietro nessuno”.

Un obiettivo centrato nei primi sei mesi del 2022. In questo periodo nell’intero territorio comprensoriale sono state raccolte 5884 unità di sangue intero e 1965 di plasma, per un totale complessivo di 7849 donazioni effettuate.  Cesena ha contribuito con 4188 donazioni (di cui 3147 di sangue intero e 1041 di plasma). Dalle sezioni esterne sono arrivate 3661 sacche (di cui 2737 di sangue intero e 924 di sangue).

Questi numeri hanno permesso di soddisfare le richieste settimanali provenienti dall’officina trasfusionale di Pievesestina. Un risultato importante e non scontato, tenuto conto delle difficoltà create dal Covid. Infatti, fra positività e quarantene, ogni settimana la segreteria di Avis Cesena ha fatto i salti mortali per riuscire a programmare tutte le donazioni previste.

Incoraggia, inoltre, l’aumento registrato in questo periodo del numero dei donatori: 4437 quelli attivi a Cesena (+112 rispetto al primo semestre 2021), che a livello comprensoriale diventano 8129 (+223 rispetto al 2021). Un risultato reso possibile dall’arrivo di nuovi donatori: fra gennaio e giugno quelli che hanno fatto la loro prima donazione sono stati 519, di cui ben 288 solo a Cesena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da agosto si potrà donare il sangue in pausa pranzo o al pomeriggio. Nei primi 6 mesi del 2022 quasi 8mila donazioni

CesenaToday è in caricamento