Cronaca

Cultura e innovazione, “Startideaup” compie due anni e torna dopo la pandemia

Casa Bufalini lancia il bando rivolto a start up e associazioni che presentano progetti d’impresa innovativi

Che cosa sarebbe l’impresa senza la cultura e un pizzico di creatività? Dopo la fortunata esperienza dovuta alla sua prima, Romagna Tech, con la collaborazione del Comune di Cesena, CesenaLab e Incredibol, nell’ambito del Laboratorio aperto “Casa Bufalini” di Cesena, lancia la seconda edizione del bando “StartIdeaUp – 2021” con l’obiettivo di sostenere l’avvio e lo sviluppo di progetti d’impresa innovativi in campo artistico, culturale e creativo, favorendo la crescita del settore in un’ottica di sostenibilità economica delle imprese stesse.

Nel 2020 sono state due le realtà innovative a cui è stato assegnato il bando StartIdeaUp: si tratta di “MarbreBlond”, organizzazione cesenate di laboratori sperimentali studiati per stimolare l’intelligenza emotiva dei bambini, avvicinandoli alla scoperta del patrimonio artistico e culturale attraverso approcci innovativi; e della faentina “Quinck”, soluzione innovativa per il controllo accessi, il tracing degli utenti e la raccolta dati in contesti museali e spazi destinati ad ospitare eventi. 

“Promosso in un anno non certo facile per il mondo della cultura – commenta l’Assessora ai Progetti europei e all’innovazione Francesca Lucchi – StartIdeaUp rappresenta una grande opportunità nel segno della creatività e dell’innovazione per le giovani e promettenti realtà del nostro territorio. Contribuire alla crescita di una start up, rendendola maggiormente attrattiva, significa proprio questo, mettere a sua disposizione tutto l’occorrente necessario. Con questo bando, giunto alla sua seconda edizione e lanciato quasi come sfida in un momento storico di ripartenza per il mondo della cultura, intendiamo proprio fornire una ulteriore opportunità di nuova imprenditorialità alle realtà emergenti dando vita inoltre a innovativi percorsi culturali e creativi in città. I progetti selezionati – prosegue l’Assessora – potranno occupare gratuitamente, e per la durata di 12 mesi, degli spazi offerti dal Laboratorio aperto Casa Bufalini. A ciascuno sarà garantita la partecipazione alle attività di indirizzo - mentoring e coaching – per lo sviluppo dell’attività imprenditoriale. Inoltre, potranno partecipare gratuitamente ai corsi e seminari organizzati dal laboratorio Casa Bufalini e dai partner per la durata del percorso di accelerazione. Romagna Tech assegnerà inoltre un premio in denaro pari a mille euro al progetto che avrà ottenuto il miglior punteggio in graduatoria”.

“Casa Bufalini nasce come un Laboratorio Aperto di idee dove toccare con mano e sperimentare le tecnologie digitali più innovative per approfondire il rapporto tra la città e i diversi ambiti di conoscenza – spiega il coordinatore di Casa Bufalini Stefano Torelli – Il bando StartIdeaUp! si inserisce appieno in questa vocazione fornendo un’opportunità concreta per generare nuove idee e nuove imprese per e con la comunità; dove la cultura è un driver di sviluppo sociale e territoriale e motore dell’attività economica locale, contribuendo ad una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”.

Possono partecipare alla call startup e progetti di creazione di impresa in ambito culturale e creativo finalizzati a sviluppare soluzioni innovative per la valorizzazione del patrimonio artistico, ambientale e culturale attraverso attività connesse a: la cultura materiale e digitale (es. fashion 4.0; design industriale e artigianato digitale; industria del gusto); la produzione e fruizione di contenuti (es. realtà immersiva, realtà aumentata, realtà virtuale per il settore spettacolo e per altri ambiti di applicazione; nuove tecnologie e soluzioni per la comunicazione e l’educazione); il patrimonio storico-artistico (es. turismo 4.0; tecnologie e soluzioni per la conservazione del patrimonio tangibile; soluzioni innovative per la fruizione del patrimonio tangibile e intangibile; riattivazione e “co-generazione” urbana); i nuovi scenari determinati dall’emergenza COVID-19 (es. format, soluzioni, approcci innovativi per il rilancio del comparto turistico-culturale).

Alla call possono prendere parte (entro e non oltre le 24 del 10 settembre 2021) gruppi composti da due o più persone che intendano sviluppare un progetto d’impresa a contenuto innovativo, associazioni costituite da meno di 5 anni rispetto la data in cui viene presentata la candidatura e che da statuto risultino attive nei settori specificati all’interno del bando e start up (data di costituzione non antecedente a 5 anni rispetto la data in cui viene presentata la candidatura).

“In questa seconda edizione del bando inoltre – commenta l’Assessore alla Cultura Carlo Verona – la Commissione riconoscerà una ulteriore premialità ai progetti che presenteranno soluzioni finalizzate a innovare il settore dell’editoria e la filiera del libro, e in particolare a promuovere l’abitudine alla lettura e favorire l’aumento del numero dei lettori, specie nelle fasce più giovani; valorizzare l’immagine sociale del libro; promuovere la frequentazione delle librerie e la conoscenza della produzione libraria italiana; e innovare i processi nel settore dell’editoria. Si tratta di una novità importante che si inserisce nel contesto di Cesena città che legge e che certamente, grazie alla creatività e all’innovazione, proprie di Casa Bufalini, consolida la rete di promozione alla lettura presente nella nostra comunità, anche rafforzata dalla rete bibliotecaria cittadina, in via di costituzione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura e innovazione, “Startideaup” compie due anni e torna dopo la pandemia

CesenaToday è in caricamento