La cucina di mare di Cesenatico alla Festa Artusiana al "Cuore buono d’Italia"

Dall’immagine del Cuore buono d’Italia sono nate molte suggestioni, che abbiamo cercato di riprendere anche nell’allestimento dello stand

Dopo il successo delle passate edizioni, la ristorazione di Cesenatico ritorna protagonista, con una veste completamente rinnovata, nello stand di Cna, Confcooperative, Cia e Confagricoltura alla Festa Artusiana, in Piazza Garibaldi a Forlimpopoli Mercoledì all’insegna di una nuova suggestione, due ristoranti , selezionati dalla Cna di Cesenatico, metteranno in scena il menù del  “Cuore buono d’Italia”, con piatti che evocheranno emozioni oltre che sollecitare il palato.

"Infatti-  spiega Stefano Rossi, responsabile marketing Cna Est Romagna- il nostro stand vuol essere il fulcro dei sapori e delle eccellenze locali, punto di riferimento per gustare i prodotti e i piatti del cuore delle aziende e dei ristoratori della nostra terra  e scoprire il valore dell’interpretazione romagnola”.  

Come da tradizione, tutte le materie prime provengono da produttori selezionati del territorio, il tutto all’insegna della freschezza e della genuinità. “Il menù che presentiamo  come realtà di Cesenatico costa 7 euro - continua Stefano Rossi - ed è composto da un primo “Gnocchetti di patate al ragù bianco di pesce “, da un secondo “Seppie con i piselli” , accompagnati da un bicchiere di vino dell’ Azienda agricola Fiorentini vini di Castrocaro Terme. Gli gnocchetti di patate al ragù bianco di pesce, vengono presentati dall’Osteria Romagna(Viale dei Pini 4 Zadina di Cesenatico).

Questo piatto, che verrà preparato dai titolari del locale, i fratelli  Dall’Ara, è una loro elaborazione culinaria tesa ad abbinare un prodotto della nostra tradizione agricola, come le  patate, ad un ragù di pesce dell’Adriatico. Il secondo piatto è presentato dal catering “ Delfino”( Via Cappona 10) ed ai fornelli si cimenteranno Claudio Della Pasqua e consorte; le seppie con piselli sono  per eccellenza il piatto tipico della tradizione marinara, in questo periodo dell’anno fra l’altro si uniscono la freschezza delle seppie pescate nel nostro mare, con la dolcezza e fragranza dei piselli appena raccolti.

Per la fornitura della “materia prima marinara” ringraziamo i pescatori della Cooperativa Casa del Pescatore di Cesenatico, che si sono adoperati per pescare il pesce occorrente  e consegnarcelo freschissimo. Per comporre il nostro menù del cuore, inoltre – conclude Stefano Rossi - abbiamo utilizzato  la farina del Molino Maraldi ( Cesena);  il pesce dei pescatori di Cesenatico aderenti  alla COOP Casa del Pescatore ( Cesenatico); l’olio della cantina Forlì-Predappio, il pane all’acqua di Bassini srl Forlì.

E’ proprio grazie al saper fare e alla passione delle piccole e medie imprese, che la nostra provincia si è meritata l’appellativo di “Cuore buono d’Italia” capace di dimostrare anche in questa occasione che lavoro, eticità, professionalità, ricerca, nonché attenzione e dedizione alla bontà e alla genuinità delle materie prime e della filiera breve e controllata, sono le carte vincenti per il rilancio del nostro territorio.

Dall’immagine del Cuore buono d’Italia sono nate molte suggestioni, che abbiamo cercato di riprendere anche nell’allestimento dello stand. Dove i visitatori ritroveranno e degusteranno il cuore inteso come passione per il lavoro e per le cose fatte ad arte, ma anche come amore per la qualità dei prodotti. Il cuore come bontà, genuinità delle materie prime e delle persone, ma anche come accoglienza, ospitalità, apertura di spirito. Il cuore come cura, attenzione e dedizione. Perché la Romagna  con i suoi colori e sapori, fa sempre innamorare”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta mentre passeggia col figlio a bordo strada: muore una donna

  • La storia e i ricordi per i 50 anni di Amadori, maxi festa con 5mila dipendenti da tutta Italia

  • Violento schianto auto-scooter sulla via Emilia: grave una donna sbalzata contro il parabrezza

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Dopo decenni da dipendente Ombretta si mette in proprio, ecco "La Sarta"

Torna su
CesenaToday è in caricamento