menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alterava il cronotachigrafo con un magnete: oltre 1.500 euro di multa per un camionista

Una delle infrazioni più diffuse per alterare le registrazioni sul dispositivo cronotachigrafo digitale, è costituito dall'utilizzo di calamite, abilmente occultate in modo tale da interrompere l'alimentazione del tachigrafo

I controlli al settore dell’autotrasporto, attività in cui è costantemente impegnata la Polizia Stradale, mirano garantire la sicurezza dei trasporti su strada ed il miglioramento delle condizioni di lavoro dei conducenti.
Una delle infrazioni più diffuse per alterare le registrazioni sul dispositivo cronotachigrafo digitale, è costituito dall’utilizzo di calamite, abilmente occultate in modo tale da interrompere l’alimentazione del tachigrafo durante la marcia del mezzo: così il veicolo, che  in realtà è in movimento, dalle registrazioni alterate sembra essere “fermo”.

Alle 22.30 di giovedì, una pattuglia in servizio di vigilanza stradale, dipendente dalla Sezione Polizia Stradale di Forlì, nel corso di un normale controllo ad un autoarticolato in transito sulla secante di Cesena, insospettita dalle anomalie sulle stampe del cronotachigrafo digitale, decideva di approfondire le verifiche, riscontrando la presenza di un “magnete” abilmente occultato nel dispositivo di alimentazione del crono.

Al termine degli accertamenti, il conducente, un cittadino italiano di 64anni, privo delle carte di circolazione è stato sanzionato per oltre 1.500 euro. Per lui inoltre sono scattate la decurtazione di 10 punti dalla patente e la sospensione del documento di guida da 15 giorni a 3 mesi.
Ulteriori sanzioni venivano contestate per l’inosservanza dei tempi di guida e di riposo.

Dall’inizio dell’anno è il terzo caso in cui un conducente professionale viene sanzionato per l’uso di dispositivi atti ad alterare le registrazioni cronotachigrafo. In ulteriori tre casi sono state riscontrate la sostituzione della carta tachigrafica dell’effettivo conducente, con la carta di altro soggetto: la finalità dello stratagemma è sempre quella di superare i tempi di guida consentiti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento