Crescono gli studenti che scelgono Cesena come città universitaria

Gli immatricolati all’Alma Mater per l’anno accademico 2017/2018 sono 24.302, un numero in costante aumento

Il rettore

Crescono gli studenti che scelgono Cesena come città universitaria. Nell'anno accademico 2017-2018 la città malatestiana ha visto una crescita dello 0,7%, passando da 1358 a 1368 maturandi. Gli immatricolati all’Alma Mater per l’anno accademico 2017/2018 sono 24.302, un numero in costante aumento, che ha visto le nuove carriere crescere dell’6,3% negli ultimi due anni. Nuove carriere che sono anche sempre più internazionali, con studenti che arrivano da tutto il mondo per studiare all’Università di Bologna: l’8% degli immatricolati quest’anno ha cittadinanza estera.

L’Alma Mater conferma inoltre la sua grande capacità attrattiva a livello nazionale. Tra gli studenti che si iscrivono al primo anno di una laurea magistrale, tre su cinque (il 62%) arrivano da fuori regione. Anche in questo caso il dato rispecchia un trend di crescita evidente. E continuano a crescere anche gli studenti regolari, quelli cioè iscritti in corso: erano il 73% nell’anno accademico 2014-2015 e sono il 78% oggi: una crescita di 5 punti percentuali. A Forlì gli immatricolati nell'anno accademico 2017-2018 sono stati 2.126, mentre in quello precedente furono 2.141: si è avuta una flessione del 3% per le iscrizioni ai corsi di laurea triennali (da 1394 a 1352), mentre sono aumentate del 3,6% le immatricolazioni ai corsi di laurea magistrali (da 747 a 774).

La rivoluzione delle contribuzioni studentesche

A partire dall'anno accademico in corso, l’Alma Mater ha rivoluzionato il sistema di calcolo delle contribuzioni studentesche, inserendo una “no tax area” che prevede l’esonero totale per gli studenti con Isee fino a 23mila euro su tutti i corsi di laurea e una riduzione progressiva calcolata in base all'Isee, pensata per agevolare le famiglie con redditi medi. L’Università di Bologna è l’unico grande ateneo italiano che ha scelto di fissare soglie di esenzione e riduzione delle contribuzioni di questa ampiezza: un nuovo meccanismo che ha permesso di aumentare in modo considerevole il numero degli studenti che hanno accesso ad una contribuzione ridotta.

In particolare, gli iscritti che hanno diritto all’esonero totale delle tasse sono aumentati del 66% rispetto allo scorso anno, passando da 12.163 a 20.190. Tra questi, aumentano in modo significativo anche le esenzioni per merito, gli studenti cioè che usufruiscono dell’esonero totale perché si immatricolano all’Alma Mater dopo essersi diplomati con 100 (+16%) o che si iscrivono ad una laurea magistrale Unibo dopo essersi laureati ad un corso di laurea triennale con 110 (+31%).

Il nuovo meccanismo di calcolo delle tasse ha portato inoltre ad un fortissimo aumento degli studenti che beneficiano di riduzioni in funzione del proprio Isee: quest’anno sono 13.204 contro i 4.642 dell’anno scorso (+184%). Sono insomma più che raddoppiati gli studenti Unibo che da quest’anno hanno potuto iscriversi usufruendo di un esonero totale o parziale delle tasse universitarie: una manovra che l’Alma Mater sostiene con un investimento complessivo di circa 15 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Il virus si 'conferma', il Cesenate ha i numeri migliori ma prosegue la scia di morti

Torna su
CesenaToday è in caricamento