menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corte Zavattini, i commercianti: "Migliorata l'atmosfera, ma resta la desolazione"

Siamo andati a vedere la situazione di corte Zavattini per capire se, effettivamente, la corte fuori dall'Ipercoop Lungosavio, per tanti anni rimasta con negozi sfitti, sia riuscita a risollevarsi 

Dopo la caduta a vuoto del secondo bando per gestire e ripopolare Piazza della Libertà il sindaco Lucchi ha fatto l'esempio di come Corte Zavattini, dopo tanto penare, sia riuscita a rinascere grazie proprio all'impegno del Comune. Due spazi, infatti, sono stati dati a due associazioni (Il Cristallino e l'Aquilone di Iqbal) per due anni senza l'onere di pagare l'affitto, sono stati installati giochi per i bambini, e qualche nuovo negozio sembra sia interessato alla zona che, tra l'altro tra meno di un anno, accoglierà migliaia di studenti. Noi siamo andati a vedere la situazione di corte Zavattini per capire se, effettivamente, la corte fuori dall'Ipercoop Lungosavio, per tanti anni rimasta con negozi sfitti, sia riuscita a risollevarsi. 

Prima di tutto vediamo che c'è una nuova Farmacia nella parte alta, sulla strada. Si tratta della Farmacia San Francesco. Una delle farmaciste, Lucia Antonelli, è contenta di come il quartiere l'abbia accolta ma di movimento ancora non ce n'è moltissimo nonostante i corsi, i controlli gratuiti e le conferenze serali che la farmacia organizza durante la settimana. "Quello che ci manca sono parcheggi veloci - spiegano - chi viene in farmacia per comprare un farmaco ha bisogno di un posto facile dove mettere la macchina, non può andare nei parcheggi sotterranei. L'abbiamo chiesto in Comune, speriamo che si provveda presto".

Sotto, nella vera corte Zavattini, le vere novità sono tre: la sala per le esposizioni d'arte gestita dall'associazione Cristallino che, però, non è sempre aperta, l'Aquilone di Iqbal, aperto forse di pomeriggio (ma chi ci vive dice: qualche pomeriggio, non tutti) e uno studio di progettazione software. Il negozio di sanitaria e ortopedia "Isola del benessere", invece, è lì da quando ha aperto il Centro Commerciale. "Io vedo molte luci spente - spiega il titolare dell'ortopedia - secondo me non è ancora decollata la corte Zavattini. Ora ho sentito dire che anche Robintour (l'agenzia di viaggi al piano superiore) si sposti all'interno del Centro Commerciale e che, forse,  al posto della lavanderia, chiusa da anni, nascerà un'altra lavanderia a gettoni. Speriamo che quest'ultima attività porti qualche persona in più. Per il resto di movimento ne vedo poco sebbene sia migliorata di molto l'atmosfera. Non ci sono più persone a sedere per terra che mangiano, o che utilizzano i bagni per lavarsi. Insomma qualcosa è cambiato, in meglio". 

Si parla anche di Identicoop (uno studio di dentisti) che dovrebbe aprire sempre nella Corte, ma per ora ancora non ci sono tracce di nuove aperture. Quello che funziona bene, invece, è il bar "Latte Divino" di Sara (al piano di sopra, sulla strada), una titolare con grande grinta e capacità. Ha tarato il locale per mamme e bambini, organizzando spazi ideali per giocare, partecipare a laboratori e momenti di merenda creativa. E quando arriveranno gli studenti? "Ci sarà spazio per tutti - spiega Sara - la mattina gli studenti spero passino da me a far colazione e il pomeriggio continuerò a dedicarmi alle mie mamme con i bambini. L'importante è lavorare bene, essere puntuali, puliti e sempre disponibili. E qui la situazione, anche se non c'è il pienone, è migliorata molto". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Mare e terra in un piatto gustoso: la seppia coi piselli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento