Cronaca

Corsa ai supermercati, si entra uno alla volta per rispettare la distanza di sicurezza

Prevedibile già dalle prime ore del mattino la 'corsa' alla spesa, anche se è stato più volte ribadito che non ci saranno problemi di rifornimento

Le nuove misure anti-coronavirus adottate dal governo, e che saranno in vigore fino al 25 marzo, lasciano aperti supermercati e negozi di alimentari in genere. Ma deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. 

Prevedibile già dalle prime ore del mattino la 'corsa' alla spesa, anche se è stato più volte ribadito che non ci saranno problemi di rifornimento. Alla Conad di via Moretti di Case Finali a Cesena, sono rigide le misure di prevenzione. Si entra contingentati, alla porta un'operatrice del supermercato favorisce l'ingresso uno alla volta, e vigila sul rispetto della distanza di almeno un metro tra i clienti. Prevedibile la coda all'entrata e un po' di 'bagarre' quando le distanze si comprimono, con richiami tra i clienti stessi a rispettare la distanza di sicurezza.

Sono davvero tanti i cittadini che fanno la spesa muniti di mascherina. All'ingresso molto rigide le misure, con i clienti che vengono invitati a munirsi di guanti prima di inziare la spesa. Tendenzialmente rispettata l'indicazione di andare a fare la spesa singolarmente, senza spostare tutta la famiglia.

I negozi, informa Cia Conad, supermercati, superstore, negozi di vicinato e ipermercati, come previsto dal DPCM, rimangono aperti con le stesse modalità anche i distributori di carburante, le parafarmacie, le tabaccherie, le edicole, i negozi per animali e gli ottici. Nei negozi di maggiori superfici ci saranno limitazioni ad alcuni reparti, come riportato nel testo del Decreto: in tal caso l’accesso ai clienti è limitato con apposita segnaletica. Bar e ristoranti saranno invece chiusi tutti i giorni; saranno potenziati i reparti gastronomia e le cucine interne ai supermercati, laddove possibile.

In collaborazione con Supermercato 24, servizio di consegna spesa a domicilio con il quale alcuni negozi della rete da tempo già collaborano, si è scelto di rendere gratuite le consegne per gli over 65; in generale i soci Conad della rete CIA si sono organizzati sui loro territori per andare incontro il più possibile alle esigenze dei clienti, specie di quelli più anziani.

"Nelle ultime settimane i punti vendita - spiega Cia-Conad - hanno potenziato tutti i dispositivi di protezione e sicurezza per i clienti e i lavoratori, sia attuando le indicazioni previste dalle autorità, sia con ulteriori accorgimenti ad hoc. I manici dei carrelli e dei cestini vengono quindi igienizzati più volte al giorno con detergenti specifici. Sono state intensificate le pulizie professionali dei locali e delle attrezzature, secondo gli appositi protocolli COVID19. Dipendenti e soci sono sollecitati a ripetere più volte le procedure di disinfezione delle superfici. All’ingresso dei negozi sono a disposizione flaconi di disinfettante per le mani e tutto il personale è stato dotato di guanti protettivi. L’accesso scaglionato della clientela, per agevolare il mantenimento delle distanze ed evitare assembramenti, viene garantito anche con appositi segni a terra. Le informazioni sulle misure preventive da tenere vengono ripetute in tutta la segnaletica interna e la radio in-store trasmette ad alta frequenza un apposito spot".

"A tutti i clienti, i soci e i lavoratori va il nostro ringraziamento per l’alto senso di responsabilità mostrato in questi giorni di generalizzata difficoltà", spiega l’ad di Cia-Conad, Luca Panzavolta. "Ribadiamo che la catena consueta di approvvigionamento, pur con le comprensibili difficoltà di queste settimane, ha retto e possiamo pertanto rassicurare i nostri clienti che troveranno sempre sugli scaffali i prodotti di prima necessità (e non solo). Naturalmente la cooperativa è in stretto contatto con le autorità competenti, per qualsiasi ulteriore necessità di salute pubblica".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corsa ai supermercati, si entra uno alla volta per rispettare la distanza di sicurezza

CesenaToday è in caricamento