menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, si va verso l'obbligo di mascherina al banco: "Per ora fortemente raccomandato"

A metterlo in chiaro è l'assessore alla Sanità della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, durante la diretta Facebook di venerdì pomeriggio

Per ora non c'e' obbligo di indossare la mascherina a scuola anche al banco. "Ma non escludiamo di metterlo, se la situazione dovesse peggiorare". A metterlo in chiaro e' l'assessore alla Sanita' della Regione Emilia-Romagna, Raffaele Donini, durante la diretta Facebook di questo pomeriggio. Ad oggi, riferisce Donini, i positivi a scuola sono in tutto 2.162 di cui 1.846 studenti (il 64% alle medie e alle superiori) e 316 docenti. Su una popolazione scolastica complessiva di oltre 600.000 studenti, dunque, "il tasso di contagio e' bassissimo", sottolinea Donini. In ogni caso, afferma l'assessore, "insieme all'Ufficio scolastico regionale abbiamo raccomandato l'uso delle mascherine al banco. Non c'e' ancora l'obbligo ma non escludiamo, se la situazione dovesse peggiorare, di mettere anche l'obbligo. Ma per ora lo raccomandiamo solo: il virus sta circolando, meglio una precauzione in piu' che una in meno", sottolinea Donini. 

"Ad oggi abbiamo vaccinato contro l'influenza 528.000 persone, prevalentemente lo hanno fatto i medici di medicina generale". E' il primo bilancio dell'assessore regionale alla Sanita' Raffaele Donini. Lo scorso anno in tutta la campagna anti-influenzale furono 850.000 gli emiliano-romagnoli vaccinati. "Noi ci occupiamo delle categorie deboli- ricorda Donini in diretta Facebook- ma sara' possibile dal 16 novembre anche acquistare i vaccini in farmacia, perche' la Regione ha dato una quota delle proprie disponibilita' alle farmacie. Entro novembre contiamo di vaccinare tutta la popolazione fragile e raggiungere l'obiettivo di 1,4 milioni di vaccinati". (Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento