menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rientri da quattro paesi europei: "Non ci sarà quarantena in attesa del tampone e del suo esito"

L'assessore alla Salute Donini: "Si tratta di una indagine epidemiologica". Obbligo di informare le autorità dell'arrivo da quei Paesi per sottoporsi ai test

L'assessore regionale alla Salute Raffaele Donini interviene a proposito dell’ordinanza del ministro della Salute, emanata mercoledì, che regolamenta l’ingresso in Italia da parte di chi ha soggiornato in Paesi nei quali sta salendo l’indice dei contagi da Covid-19.

"Sul tema relativo ai rientri da Croazia, Grecia, Malta e Spagna, questa mattina (giovedì 13 agosto ndr) abbiamo fatto il punto con il Ministero della salute su alcuni aspetti dell’ordinanza emanata ieri. Naturalmente condividiamo l’impianto del provvedimento, che avevamo discusso -e per certi aspetti anticipato- insieme ieri".

Continua Donini: "Abbiamo convenuto con il Ministero che, per quanto ci riguarda, i test che verranno fatti all’arrivo dai Paesi citati nell’ordinanza del ministro sono da considerarsi come una indagine epidemiologica. Per questo, non si prevede l’isolamento fiduciario della persona né per quanto riguarda il periodo di attesa per essere sottoposto a tampone, né per quanto riguarda l’attesa di ricevere l’esito del test. Resta confermato l’obbligo di informare le autorità sanitarie dell’arrivo da quei Paesi, per essere poi sottoposti al test".

Donini ha chiosato con un monito: "Faccio ancora un appello all’osservanza di tutte le norme di prevenzione, dal distanziamento, all’uso della mascherina, al lavaggio frequente delle mani".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento