Cronaca

Coronavirus, capannello di giovani al parco nonostante i divieti: due denunciati

Entrambi sono stati denunciati per la violazione all'obbligo di restare a casa, non avevano alcun giustificato motivo per essere fuori dalle rispettive abitazioni

L'emergenza coronavirus non deve aver preoccupato più di tanto alcuni giovani che martedì pomeriggio si sono radunati in un parco pubblico in zona Cesare a Savignano, nonostante l'ormai noto divieto di assembramento stabilito dalle disposizioni del Governo, al fine di contenere la diffusione del virus.

La loro presenza non è però passata inosservata ed alcuni cittadini del "controllo di vicinato" che l'hanno subito segnalata. Una pattuglia della polizia locale dell'Unione Rubicone e mare si è subito attivata in loco: all'arrivo degli agenti i sei ragazzi sono fuggiti. Due di questi però sono stati fermati ed identificati.

Entrambi sono stati denunciati per la violazione all'obbligo di restare a casa, poichè non avevano alcun giustificato motivo per essere fuori dalle rispettive abitazioni, così come prevedono le norme emergenziali emanate in questi giorni.

La denuncia è scattata per un sudamericano di 32 anni domiciliato in un comune del riminese, è stato denunciato anche per la mancata esibizione del titolo di soggiorno in Italia. Un italiano di 21 anni residente in provincia, oltre alla denuncia per l'allontanamento ingiustificato dalla propria abitazione, è stato segnalato alla Prefettura, perchè trovato in possesso di un grammo di marijuana.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, capannello di giovani al parco nonostante i divieti: due denunciati

CesenaToday è in caricamento