Coronavirus, "Niente allarmismi, servono regole omogenee per cittadini e imprese"

Lo dichiarano congiuntamente Confesercenti Cesenate, Confcommercio Comprensorio Cesenate e Confartigianato Federimpresa Cesena

"In questi giorni stiamo conoscendo una situazione complessa e delicata per quanto riguarda il “coronavirus”. Come ogni circostanza critica di carattere sanitario, vanno seguite ordinatamente le indicazioni provenienti dalle Istituzioni. Di grande importanza sono la esattezza e le modalità della comunicazione. Non vanno sottovalutati i problemi ma non vanno generati allarmismi, che peraltro non contribuiscono a risolvere niente". Lo dichiarano congiuntamente Confesercenti Cesenate, Confcommercio Comprensorio Cesenate e Confartigianato Federimpresa Cesena.

"Una comunicazione univoca, non frammentaria e contraddittoria, - spiega la nota - aiuterebbe cittadini e imprese a comprendere meglio le modalità di comportamento da adottare in questi giorni. In questo contesto segnaliamo disagio rispetto al fatto che assistiamo a indicazioni di carattere nazionale poi a quelle di carattere regionale a cui possono aggiungersi quelle provinciali e quelle comunali. Informazioni e ordinanze da rispettare non sempre coincidenti fra loro. Può capitare, per esempio, che nella stessa provincia alcuni mercati ambulanti si svolgano regolarmente ed altri siano sospesi. Come fanno cittadini e imprese ad orientarsi correttamente davanti ad un simile scenario? Nel rispetto del ruolo e delle facoltà di ogni Istituzione, chiediamo uno sforzo di coordinamento teso alla “semplificazione”, vale a dire di regole omogenee perlomeno a livello provinciale e preferibilmente regionale. Altro aspetto che vogliamo portare all’attenzione degli amministratori a tutti i livelli sono le ricadute su un tessuto economico già segnato profondamente dalla crisi, soprattutto in alcuni settori. In questo senso sono giuste le attenzioni di carattere sociale, come le ripercussioni di una chiusura prolungata delle scuole ed i disagi che ne conseguono per le famiglie. Quando si riflette sugli strumenti a sostegno delle persone, tuttavia, non dimentichiamo le necessità della piccola e media impresa, spina dorsale della nostra economia già messa a dura prova da anni di criticità ma che tuttora si rimbocca le maniche per guardare avanti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento