Coronavirus, il sindaco rassicura sui quattro dipendenti tornati dalla Cina

"Mi preme anche sgombrare il campo da false notizie o allarmismi che sono circolati in questi giorni nell’ambito del nostro Comune"

Il sindaco di Bagno di Romagna Marco Baccini si rivolge ai cittadini per "un aggiornamento utile sulla situazione connessa al c.d. “Coronavirus”, al fine di una diffusione di notizie ufficiali ed attendibili, nello spirito di fiducia e di Comunità che ci deve contraddistinguere in questo momento, chiedendo di leggere attentamente. Ad oggi e sino all’1 marzo prossimo risultano in vigore le misure indicate nell’ordinanza emanata ieri dal Ministero della Salute d’intesa con il Presidente della Regione Emilia Romagna, tra le quali la chiusura delle scuole e la sospensione di ogni tipo di manifestazione. In merito ai contenuti dell’ordinanza ed al fine fornirvi gli opportuni chiarimenti, abbiamo attivato un apposito servizio coordinato dalla Protezione civile dell’Unione Valle Savio che risponde al numero 0547/603555, che vi invitiamo a contattare, ove lo riteniate necessario".

Coronavirus: tutte le informazioni

"In questo quadro - spiega Baccini - vi sollecito nuovamente a rispettare in modo responsabile e scrupoloso le dieci regole stilate dall’Istituto Superiore della Sanità (https://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus), che rappresentano il “modello” necessario per cercare di arginare la diffusione del contagio e che Vi riposrto qui di seguito per vostra comodità: Lavarsi spesso le mani; Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute; Non toccare occhi, naso e bocca con le mani; Coprire bocca e naso se si starnutisce e tossisce; Non prendere farmaci antivirali né antibiotici che non siano prescritti dal medico; Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcool; Usare la mascherina solo se sospetti di essere malati o se si assitono persone malate; I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi; Contattare il numero 1500 se si ha febbre o tosse e se si è tornati dalla Cina da meno di 14 giorni; Gli animali da compagnia non diffondo il nuovo coronavirus. Oltre a ciò, vi segnalo alcuni indicazioni che potrebbero esservi utili, ovvero che, salvo novità che Vi comunicheremo, attività commerciali e produttive, ristoranti e bar, palestre, rimangono aperti, così come i servizi pubblici. I funerali ed i matrimoni saranno consentiti solo per i familiari.  In via generale, mi preme anche segnalarvi che ad oggi non sono stati registrati casi di contagio nella nostra Provincia ed in quelle limitrofe e che le misure adottate rappresentano misure precauzionali necessarie a contenere l’eventuale diffondersi dei contagi. Quello che ognuno di noi è chiamato a fare, quindi, è di attenersi scrupolosamente alle indicazioni fornite ed alle informazioni diffuse esclusivamente dalle Autorità competenti ed in particolare delle Autorità Sanitarie nelle diverse articolazioni, evitando assolutamente individualismi, diffusione di allarmismi ingiustificati e diffusione di informazioni infondate o non provenienti da fonti ufficiali".  

Poi una rassicurazione importante: "Mi preme anche sgombrare il campo da false notizie o allarmismi che sono circolati in questi giorni nell’ambito del nostro Comune. In particolare, mi riferisco alla situazione dei 4 dipendenti della Sampierana S.p.a. che sono tornati dalla Cina a gennaio. Al riguardo, vi confermo che tale situazione è stata monitorata approfonditamente e costantemente sin dall’inizio da me personalmente, insieme alle competenti unità operative dell’AUSL, in collaborazione con la famiglia Para ed i 4 dipendenti stessi e ne è emerso che le persone coinvolte stanno bene e non rappresentano, così come non hanno mai rappresentato, un pericolo per alcuno".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 "Vi rassicuro quindi - prosegue Baccini - della nostra attuale sicurezza collettiva e del fatto che se ci sarà quale circostanza sospetta, cosa che non ci auguriamo ma che non possiamo non prendere in considerazione, sarete tempestivamente informati unitamente alle misure che saranno ritenute necessarie per salvaguardare ogni cittadino e la comunità. Come ho anticipato, ribadisco che questo è il momento in cui ognuno di noi deve evitare individualismi e rimettersi esclusivamente alle indicazioni ed alle informazioni delle Autorità competenti, avendo coscienza che ciò è necessario per salvaguardare la propria salute individuale, quella della propria famiglia e della nostra Comunità intera, in quello spirito di solidarietà, collaborazione fiducia e impegno che ritengo ci possa contraddistinguere". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento