Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca

Coronavirus, casi a Savignano e Roncofreddo: uno collegato al focolaio in discoteca

Due nuovi casi accertati nel Cesenate nelle ultime 24 ore, uno collegato al focolaio della discoteca di Cervia

Sono due i casi di Coronavirus registrati nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Nel dettaglio un positivo è stato accertato a Roncofreddo, ed è un giovane che ha partecipato alla festa di ferragosto alla discoteca "Le Indie". Sono oltre 250 i ragazzi che nel Cesenate hanno raccolto l'appello dell'Ausl e si sono presentati per il tampone dopo aver partecipato alla festa. Il secondo caso si registra a Savignano, ed è un contatto stretto di una persona già positiva.

Ma dal consueto aggiornamento proveniente dalla Prefettura a preoccupare maggiormente è la situazione del Forlivese. I tamponi a tappeto hanno infatti scoperto 15 positivi a Forlì, di cui ben 14 collegati alla discoteca "Le Indie" di Cervia. Un caso anche a Castrocaro, uno a Dovadola, 4 a Meldola (3 collegati alla discoteca), e uno a Predappio. Il computo totale dei casi registrati in provincia dice 24, in una giornata in cui si registrano altri due guariti e zero decessi.

In via di massima precauzione, il dipartimento di Sanità pubblica dell’Ausl Romagna ha quindi invitato le persone che erano presenti a quella serata, ad effettuare un tampone gratuito, al fine di verificare l’eventuale positività al coronavirus. "Una misura che ci si riserva di adottare anche qualora dovessero emergere altre situazioni analoghe", è stato evidenziato.

La situazione in Regione

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 31.214 casi di positività, 120 in più rispetto a martedì, di cui 67 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. L’Emilia-Romagna continua a mantenere alto il numero di tamponi giornalieri: mercoledì sono più di 10.700. Dei 120 nuovi casi, 33 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 66 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 10 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è pari a 15. L’età media dei nuovi positivi è mercoledì di 30 anni.

Su 67 nuovi asintomatici, 18 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 44 grazie all’attività di contact tracing mentre 3 casi sono emersi dai test pre-ricovero e 2 non sono ancora noti. Per quanto riguarda la situazione sul territorio, le province che presentano il maggior numero di casi sono Ravenna (24), Bologna (21), Forlì-Cesena (24), Ferrara (14) e Modena (10). A Ravenna e provincia su 24 nuovi positivi in 15 casi si tratta di ragazze e ragazzi che avevano frequentato una discoteca di Cervia nella serata di Ferragosto: era stata la stessa Ausl della Romagna a invitare tutti i partecipanti a quella festa a presentarsi per un test. Dei rimanenti casi, 8 sono contatti stretti di un paziente positivo già noto, mentre 1 nuovo positivo è di rientro dall’estero (Senegal).

Nella zona di Bologna dei 21 nuovi contagi 8 sono persone di ritorno dalla Sardegna e 1 è un loro contatto stretto. Sono 6 i casi classificati come sporadici e 3 i nuovi positivi individuati grazie ai test pre-ricovero negli ospedali; un caso è stato individuato per presenza di sintomi e poi ricondotto a un focolaio già noto, uno grazie ai test epidemiologici sulle categorie più a rischio e uno infine perché contatto di un paziente già noto. A Ferrara su 14 nuovi casi, 3 sono stati individuati grazie agli screening sulle categorie più a rischio, 3 perché contatti stretti di un positivo già noto e 4 sono stati ricondotti allo stesso focolaio familiare dopo che un membro della famiglia ha eseguito un tampone in presenza di sintomi; dei rimanenti, un caso è un giovane contatto di un positivo di rientro dalla Sardegna, un positivo è stato diagnosticato dopo i controlli su chi ritorna dall’estero (Romania), un caso è stato rilevato durante i test pre-ricovero e uno infine dopo essersi sottoposto spontaneamente a un test sierologico.

In provincia di Modena dei 10 casi positivi di mercoledì, 4 sono rientri dall’estero (Albania, Senegal, Grecia e Venezuela), 3 sono stati individuati al ritorno dalla Sardegna, uno è un tampone pre-ricovero, un caso è stato rilevato grazie al contact tracing e uno infine è stato classificato come sporadico. I tamponi effettuati ieri sono 10.757, per un totale di 853.910. A questi si aggiungono anche 1.600 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a mercoledì sono 2.301 (112 in più di quelli registrati martedì). Non si registra nessun decesso in tutta l’Emilia-Romagna

Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.203 (+109 rispetto a martedì), il 95% dei casi attivi. Aumentano a 6 (+1) i pazienti in terapia intensiva, e salgono a 92 quelli ricoverati negli altri reparti Covid (+2 rispetto a martedì). Le persone complessivamente guarite sono 24.455 (+8 rispetto a martedì): 25 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.430 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, casi a Savignano e Roncofreddo: uno collegato al focolaio in discoteca

CesenaToday è in caricamento