Cronaca

La Corte dei Conti promuove il bilancio del Comune: nessuna irregolarità

Il Comune è in regola con i parametri messi sotto la lente dalla Corte dei Conti. E' quanto emerge dalla deliberazione adottata dalla sezione regionale dell'organismo di controllo dopo aver esaminato la relazione del collegio dei revisori

Il Comune di Cesena è in regola con i parametri messi sotto la lente dalla Corte dei Conti. E’ quanto emerge dalla deliberazione adottata dalla sezione regionale dell’organismo di controllo dopo aver esaminato la relazione del collegio dei revisori del Comune sul rendiconto 2012. Fra gli aspetti analizzati, la gestione del bilancio, il rispetto delle norme riferite a Patto di Stabilità, indebitamento, spesa del personale rapporti con le società partecipate.


 

A darne notizia sono il Sindaco Paolo Lucchi e il Vicesindaco Carlo Battistini in una lettera inviata ai Consiglieri comunali, al Collegio dei Sindaci revisori del Comune e ai dipendenti comunali impegnati nella gestione amministrativa e contabile. Nella loro comunicazione, Sindaco e Vicesindaco evidenziano, inoltre, che anche per quanto riguarda le criticità rilevate dalla Corte dei Conti sul rendiconto 2012, nella maggior parte dei casi il Comune di Cesena ha già provveduto a eliminarle nel corso del 2013 del 2014.


 

Scrivono il sindaco Lucchi e il vicesindaco Carlo Battistini: “Ogni anno comunque la Corte dei Conti rileva fattori di rischio o criticità, che poi segnala agli enti, con suggerimenti da attuare per trovare soluzioni o migliorare l’attuazione delle norme in essere. Noi, di questi suggerimenti, abbiamo sempre cercato di far tesoro, trasformandoli in obiettivi di lavoro concreto per l’intero Comune. Le segnalazioni per il 2012 riguardano le norme sul patto di stabilità (per le quali si invita a porre attenzione nella formazione dei residui passivi, adottando misure dirette ad assicurare un equilibrio tra l’esigenza di garantire la tempestività dei pagamenti ed il rispetto del patto); le società partecipate (per le quali viene suggerito il criterio prudente di valutazione della partecipazione); la spesa del personale (per cui si invita a dare attuazione completa alle norme in materia di assunzioni a tempo determinato).


 

“Su questo – continuano - possiamo già indicare come negli anni 2013 e 2014 i suggerimenti siano già stati resi operativi. Per questo, relativamente al Patto di stabilità, è bene rilevare come, grazie alla definizione di budget di pagamento ed alla programmazione dei lavori pubblici, il nostro Comune riesca a pagare i fornitori nei tempi stabiliti dalle norme e rispettando il Patto stesso; per quanto riguarda il valore delle partecipazioni, si considera il minore tra costo di acquisizione e patrimonio netto della società; per quanto riguarda le assunzioni a tempo determinato di personale, esse sono rigorosamente nei limiti stabiliti dalla legge. La presente serve quindi, sia per segnalare ai Consiglieri comunali la soddisfazione per i giudizi espressi dalla Corte dei Conti, nel nostro caso relativi all’assenza di irregolarità conti da parte del Comune di Cesena, sia per ringraziare il nostro Collegio dei Revisori dei conti e il personale impegnato nella gestione amministrativa e contabile, dell’attento e preciso lavoro garantito sino ad oggi che, ne siamo certi, proseguirà sempre anche negli anni a venire”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Corte dei Conti promuove il bilancio del Comune: nessuna irregolarità

CesenaToday è in caricamento