menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Segnalano spaccio vicino il litorale: denunciati sei profughi dalla Polizia

Il bilancio dell'attività è di sei denunce: per il 26enne si aggiunge l'accusa di possesso di banconota falsa, mentre per il 22enne ed un connazionale di 20 l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale

Sei extracomunitari denunciati dagli agenti del presidio estivo di Polizia di Cesenatico perchè trovati senza documenti al momento del controllo. L'attività è partita da una segnalazione nella quale si evidenziava la presenza di alcuni stranieri di colore che spacciavano tra le aiuole, nella zona del Grand Hotel, ai Giardini al Mare. Tra questi un ghanese di 22 anni che indossava un berrettino rosso ed un altro, un 26enne del Gambia, che portava al capo un cappellino bianco. Raggiunti da due agenti in borghese in scooter, gli extracomunitari si sono dati alla fuga, due dei quali in bici. Presto sono stati raggiunti e controllati.

Contemporaneamente altri tre stranieri sono stati controllati nei pressi del litorale. Tutti e cinque sono profughi: tre del Gambia sono ospitati in un albergo a Pinarella, mentre due ghanesi in un hotel a Cesenatico. Il 26enne è stato trovato con una banconota falsa di 50 euro, che gli uomini in divisa ritengono come provento di furto di una presunta attività di spaccio. Nessuno è stato infatti trovato con la "roba" in tasca; e non essendo stata accertata l'attività di spaccio non è stato possibile addebitare l'accusa.

Nel frattempo i poliziotti in borghese sono tornati nell'area dove era stata segnalata l'attività di spaccio, trovando un 30enne del Gambia, già noto alle forze dell'ordine di spaccio, mentre rovistava tra le aiuole, facendo luce con una pila. Il ragazzo, anche lui senza documenti, è stato trovato con un grammo di hashish, ragion per la quale è stato segnalato come assuntore di sostanze stupefacenti.

Il bilancio dell'attività è di sei denunce: tutti avevano lasciati i documenti nelle stanze degli alberghi dove sono ospitati. Ma per legge gli stranieri devono aver la carta d'identità al seguito. Per il 26enne si aggiunge l'accusa di possesso di banconota falsa, mentre per il 22enne ed un connazionale di 20 l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Gli altri due, fermati mentre si trovavano in compagnia del 26enne, hanno rispettivamente 23 e 21 anni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento