Promozioni pre-saldi vietate, i controlli della Municipale portano a decine di multe

La Polizia Municipale dell'Unione Rubicone-Mare è stata impegnati negli ultimi giorni in controlli mirati

Sono partiti sabato i saldi estivi. Questa tipologie di vendita straordinaria è disciplinata a livello nazionale con una legge del 1998 ed a livello regionale con normative di settore del 1999. Il 9 novembre 2016, la Giunta Regionale ha integrato tali normative, deliberando il divieto di effettuare altri tipi di vendite straordinarie, ed in particolare le "vendite promozionali", nei 30 giorni antecedenti la data di inizio dei saldi. Tale divieto opera per i settori merceologici abbigliamento,  calzature, biancheria intima, accessori abbigliamento, pelletteria e tessuti. Allo scopo di assicurare il rispetto di tale normativa, a tutela della leale concorrenza fra le imprese commerciali ed a protezione del consumatore, la Polizia Municipale dell'Unione Rubicone-Mare ha effettuato controlli mirati, sia nell villaggio commerciale dell'IperRubicone, che in altri negozi. All'esito sono risultati 14 gli illeciti accertati, per il mancato rispetto del divieto di promozioni (i cosiddetti "presaldi"). La conseguenza prevista in tali casi é l'applicazione di una sanzione pecuniaria di 1.032 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento