Controlli negli stabili abbandonati: scoperto deposito di bici rubate

Scoperto un deposito di biciclette rubate: 2 persone sono finite denunciate. Nel corso dei sistematici controlli posti in essere dalla Polizia di Stato

Scoperto un deposito di biciclette rubate: 2 persone sono finite denunciate. Nel corso dei sistematici controlli posti in essere dalla Polizia di Stato negli stabili abbandonati della zona di Ponente, finalizzati all’identificazione di persone sospette e alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e gli stupefacenti, sono stati identificati, e denunciati alla Procura della Repubblica di Forlì, due stranieri che avevano occupato un immobile, che avevano eletto a propria dimora ed a deposito di materiale rubato: all’interno vi erano custodite numerose biciclette, molte delle quali di già accertata provenienza furtiva e restituite agli aventi diritto.

L’intervento è stato eseguito nel pomeriggio di alcuni giorni fa, e l’immobile sottoposto a controllo è quello collocato nel quadrato tra Via Colombo, via Magellano e via De Balboa, proprio a fianco all’ingresso del parco acquatico Atlantica. I due soggetti identificati sono un uomo di 39 anni, residente a Bologna ma cittadino marocchino,  e un senegalese di 30 anni, residente a Cesenatico. Entrambi hanno precedenti per reati contro il patrimonio.

Proprio per i loro precedenti, gli agenti in servizio presso il Posto di Polizia di Cesenatico, diretti da Giorgio di Munno e coordinati dal sostituto Commissario Stefano Sant’Andrea,  hanno ritenuto di andare più a fondo nel verificare le cose in deposito nello stabile in abbandono, e alla fine del sopralluogo hanno recuperato 14 biciclette, dal cui stato di conservazione pareva intuibile fossero state recentemente portate lì dopo essere state rubate in città. La conferma è venuta con gli accertamenti dei giorni seguenti, grazie ai quali 8 velocipedi sono stati restituiti ai legittimi proprietari; altre 6 biciclette sono ancora in deposito in Comando per essere eventualmente riconosciute e restituite.

L’intervento ha coinvolto anche la società immobiliare proprietaria dell’area, che nei prossimi giorni provvederà alla bonifica dell’ambiente e alla chiusura degli accessi affinché non si ripeta l’occupazione di questi luoghi da parte di malintenzionati di ogni genere. Il legale rappresentante ha sporto querela contro le persone che avevano stabilmente elevato a propria dimora quelle stanze, così che alla fine delle attività di polizia giudiziaria i due stranieri sono stati denunciati per Ricettazione e Invasione di edifici. Quello residente a Bologna è stato allontanato dal territorio del Comune di Cesenatico con divieto di ritorno per 3 anni, a seguito del provvedimento di foglio di via obbligatorio emesso dal Questore di Forlì, Loretta Bignardi.

Uno dei due soggetti denunciati è finito arrestato nella notte tra venerdì e sabato anche per il reato di spaccio nei Giardini a Mare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

Torna su
CesenaToday è in caricamento