Carabinieri dei Nas, controlli di fine estate: emergono anche carenze igienico sanitarie

L’attività ispettiva ha interessato tutta la Romagna e il Ferrarese e ha consentito di sequestrare complessivamente circa 4 tonnellate di alimenti non idonei al consumo e privi di qualunque forma di tracciabilità

I Carabinieri del Nas di Bologna, a conclusione dei controlli sulla sicurezza alimentare durante la stagione estiva, hanno svolto attività di vigilanza e controllo in ristoranti, pizzerie, bar, esercizi di ristorazione etnica, gelaterie, stabilimenti balneari, camping, villaggi turistici e campeggi. In provincia di Forlì - Cesena sono state ispezionate 63 attività, 18 delle quali sono risultate non in regola. Sono stati segnalati alle competenti autorità sanitarie 10 operatori per carenze igienico sanitarie e contestate violazioni amministrative per un ammontare complessivo pari a 20.000 euro circa. E’ stata inoltre disposta la cessazione dell’attività di una azienda attiva nel comparto della vendita di funghi a seguito di riscontrate carenze igienico-sanitarie e strutturali. L’attività ispettiva ha interessato tutta la Romagna e il Ferrarese e ha consentito di sequestrare complessivamente circa 4 tonnellate di alimenti non idonei al consumo e privi di qualunque forma di tracciabilità ai fini della sicurezza alimentare. In totale sono state comminate sanzioni per oltre 140mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento