Controlli antidegrado dei Carabinieri: denunciati cinque stranieri irregolari

Gli uomini dell'Arma hanno identificato anche numerosi cittadini stranieri, denunciandone cinque

E' di cinque denunce il bilancio dei controlli antidegrado svolti dai Carabinieri della Compagnia di Cesenatico, al comando del capitano Francesco Esposito, nei rincipali luoghi di ritrovo sociale (centro storico, stazione ferroviaria e parchi). Gli uomini dell'Arma hanno identificato anche numerosi cittadini stranieri. E’ stato denunciato due volte dai militari dell’Aliquota Radiomobile per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità un trentanovenne romeno, in Italia senza fissa dimora, con precedenti vari: l'individuo è risultato inottemperante al provvedimento di allontanamento per motivi di pubblica sicurezza, emesso dal Prefetto di Forlì - Cesena il 4 agosto dello scorso anno, con il quale gli veniva intimato di abbandonare il territorio nazionale entro 30 giorni e con il contestuale divieto di reingresso per 3 anni.

Gli stessi militari, a conclusione di accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà per il reato di soggiorno illegale sul territorio nazionale nonostante provvedimento di espulsione un cinquantanovenne bosniaco, in Italia senza fissa dimora, celibe, nullafacente, già noto alle forze dell'ordine per reati vari, in quanto clandestino. E' risultato inottemperante all’ordine di abbandonare il territorio nazionale emesso il 10 aprile 2017 dal Prefetto della Provincia di Biella. Sono state avviate le procedure volte all’espulsione, d’intesa con i competenti uffici della Questura di Forlì - Cesena.

E' stato denunciato per soggiorno illegale sul territorio nazionale un incensurato ventiduenne di nazionalità albanese, poichè risultato sprovvisto del permesso di soggiorno nel corso di un controllo a Gatteo Mare. I militari della stazione di Cesenatico hanno denunciato in stato di libertà per il reato di soggiorno illegale sul territorio nazionale nonostante provvedimento di espulsione un incensurato ventiquattrenne senegalese, in Italia senza fissa dimora, risultato inottemperante all'ordine del Prefetto di Milano di abbandonare il territorio nazionale. Sul conto dello stesso sono state avviate le procedure volte all’espulsione, d’intesa con i competenti uffici della Questura di Forlì -Cesena.

E’ stato, infine, denunciato dai militari dell’Aliquota Radiomobile per il reato di soggiorno illegale sul territorio nazionale un ventisettenne incensurato tunisino, in Italia senza fissa dimora. Lo stesso, controllato in via Cavour di Cesenatico, è risultato sprovvisto del permesso di soggiorno. Gli è stata quindi notificata l'espulsione amministrativa, oltre all'ordine del Questore di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

Torna su
CesenaToday è in caricamento