rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Cronaca

Allergia al biglietto, per 10 volte dà un nome falso ai controllori: studente nei guai

Vista la minore età del ragazzo, la segnalazione è stata fatta al Tribunale per i minorenni dell’Emilia Romagna.

Prendeva il bus senza biglietto, e quando i controllori lo hanno beccato – è successo dieci volte fra febbraio e aprile -, per evitare la multa, finge di essere un’altra persona, fornendo il nome e cognome di un suo compagno di scuola. Probabilmente pensava di aver trovato il modo per farla franca, ma non sapeva che in realtà stava commettendo un reato penale e quando la Polizia Municipale lo ha scoperto per lui è scattata una denuncia a piede libero. Protagonista della vicenda uno studente sedicenne di Cesena.

Le indagini sono scattate quando il padre di un altro ragazzo, dopo aver ricevuto da Start Romagna 10 multe a carico del figlio, si è rivolto al comando della Polizia Municipale. L’uomo ha dimostrato l’estraneità del figlio, che non solo è munito di regolare abbonamento del trasporto pubblico, ma era a scuola quando i controlli sono stati effettuati. L’ipotesi più plausibile, dunque, era che qualcuno si fosse spacciato per lui, mentendo sulla sua identità con i controllori.

Grazie anche alla collaborazione dei controllori Start Romagna, che lo hanno riconosciuto, la Polizia Municipale è riuscita ad accertare  che a fornire quelle generalità era stato un compagno di scuola dell’ignaro ragazzo. Per lui è scattata l'accusa di aver detto il falso ad un pubblico ufficiale e di sostituzione di persona per 10 volte, ovvero di aver trasgredito gli articoli 494 e 495 del codice penale. Per questi reati le pene che vanno da uno a sei anni. Vista la minore età del ragazzo, la segnalazione è stata fatta al Tribunale per i minorenni dell’Emilia Romagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allergia al biglietto, per 10 volte dà un nome falso ai controllori: studente nei guai

CesenaToday è in caricamento