Spera di farla franca con documenti falsi, denunciato dalla Municipale

L'uomo, S.G. di 54 anni residente a Rimini, è quindi stato deferito per contraffazione di sigillo e di falsa dichiarazione a pubblico ufficiale (reati per i quali è prevista una pena detentiva)

Gli agenti della Polizia Municipale di Cesenatico ha effettuato un approfondimento su un furgone per il trasporto di alimenti fermato lo scorso ottobre e che presentava sul parabrezza un contrassegno assicurativo scaduto da qualche giorno. Al conducente, dipendente di una ditta riminese che aveva a noleggio l'autocarro e che nella circostanza non era riuscito a fornire indicazioni agli agenti, era stato intimato di presentarsi ad un ufficio di polizia per presentare la documentazione assicurativa mancante.

Alla scadenza termine però nessuno si è fatto vivo. Ne è conseguita la contestazione di un illecito amministrativo da 390 euro per la mancata presentazione ed un accertamento d'ufficio presso la compagnia di assicurazione, la quale faceva sapere che, alla data in cui il veicolo venne fermato, il contratto di assicurazione era già scaduto da quasi un mese e che lo stesso non era poi mai stato rinnovato. Si è configurato così anche la circolazione dell'automezzo senza assicurazione.

I provvedimenti sanzionatori che ne sono scaturiti hanno colpito sia l'autista che il titolare del contratto di noleggio; questi, dopo qualche giorno, si è presentato agli uffici della Polizia Municipale di Cesenatico per reclamare, sostenendo che l'autista aveva provveduto subito ad esibire la documentazione richiesta alla Polizia Municipale di Rimini, ed in proposito esibiva documentazione con tanto di timbro e di attestazione della Polizia Municipale di Rimini.

L'agente allo sportello ha notato però qualcosa di strano nella documentazione esibita e ne riferiva all'ufficio di polizia giudiziaria della polizia municipale cesenaticense. E' stata aperta un'indagine e con la collaborazione della Polizia Municipale di Rimini è emerso infine che la documentazione presentata - timbro compreso - era falsa ed era stata "prodotta" dall'autista, il quale è risultato di fatto il deus ex machina dell'operazione nonchè convivente della titolare dell''azienda locataria dell'autocarro.

L'uomo probabilmente con tale "pensata" sperava di ingannare l'ufficio e di evitare l'arrivo di sanzioni all'azienda per cui lavora. L'uomo, S.G. di 54 anni residente a Rimini, è quindi stato deferito per contraffazione di sigillo e di falsa dichiarazione a pubblico ufficiale (reati per i quali è prevista una pena detentiva). Naturalmente sono proseguiti i procedimenti sanzionatori amministrativi relativi alla circolazione senza assicurazione, oramai giunti ad un ammontare di oltre un migliaio di euro.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento