"Contemporanea" accende i riflettori sugli artisti emergenti

Continua la mostra-mercato d’arte organizzata da Romagna Fiere che si avvale della presenza delle Gallerie pèiù importanti a livello nazionale e che sino a lunedì proporrà ai visitatori mostre ed eventi collaterali di alto spessore

Prosegue a Cesena Fiera la 22esima edizione di “Contemporanea”, la mostra-mercato d’arte organizzata da Romagna Fiere che si avvale della presenza delle Gallerie pèiù importanti a livello nazionale e che sino a lunedì proporrà ai visitatori mostre ed eventi collaterali di alto spessore. Come già nel 2017, però, anche gli artisti emergenti hanno spazio e vengono valorizzati nella manifestazione. Questo grazie a “C.A.T.S. - Contemporary Art Talent Show”, uno spazio riservato a Gallerie, associazioni, artisti indipendenti e collettivi, che presenteranno a Cesena opere d’arte dal costo inferiore ai 5.000 euro.

Un progetto che vuole educare un pubblico giovane all’arte e all’acquisto, offrendo al contempo uno sguardo più ampio sulla realtà artistica contemporanea, sulle nuove tendenze e sui “laboratori creativi”. Contemporary Art Talent Show è quindi una grande opportunità per gli emergenti che ambiscono a entrare e affermarsi nel mercato dell’arte. C.A.T.S. si propone di dinamizzare il mercato dell’arte attuale, proponendo opere ad un prezzo contenuto e rendendole, quindi, accessibili. La compresenza di artisti e associazioni in un unico, grande spazio, favorisce il dialogo, la conoscenza reciproca, lo scambio di stimoli e suggestioni artistiche. Stimola l’arricchimento culturale e la crescita professionale dei singoli protagonisti di questa sezione, nonché la varietà della proposta della fiera nel suo complesso e l’interesse dei suoi fruitori.

Oltre a questa sezione, “Contemporanea” getta uno sguardo attento sulle nuove tendenze che arrivano da un Paese in forte fermento culturale come l’Iran. Una possibilità resa possibile grazie alla collaborazione con Neoartgallery che con Giorgio Bertozzi e Ferdan Yusufi cura un evento espositivo di grande interesse. Lo spazio allestito dalla Galleria si caratterizza per la grande presenza di artisti internazionali. Oltre alla consolidata partecipazione di artisti turchi, i visitatori potranno assistere al debutto in fiera di una collezione di oltre 50 opere di artisti iraniani, alla presenza di molti maestri del contemporaneo italiano, europeo e sudamericano. Una decisa spinta, quindi, verso una proposta di alto spessore e al contempo alla portata del “grande pubblico”.

Anche Galleria Stefano Forni propone a Contemporanea una mostra. E’ quella dedicata a Giorgio Bevignani, artista di Castel San Pietro Terme ormai affermatosi a livello nazionale. Si intitola RubraRebour e nello spazio allestito all’interno della rassegna cesenate verranno esposti alcuni dei lavori più significativi dell’ultima produzione dell’artista. Uno spaccato sulla sua ricerca pluridecennale  incentrata  sul suggestivo agglomerarsi dei materiali utilizzati quali carta, silicone, pigmenti, fibre polipropileniche intrecciate, modulati di volta in volta nelle diverse serie di lavori esposti. La malleabile e fluida materialità del silicone pigmentato è la protagonista di RubraRebour. 

Si svolgerà domenica pomeriggio anche l’asta benefica di opere d’arte che ormai da 11 anni contraddistingue “Contemporanea”. E’ “Arte per La Nave”, l’evento organizzato in collaborazione con le Scuole La Nave di Forlì, struttura educativa che fa riferimento alla Cooperativa Tonino Setola Onlus.  Dalle 16.30 di domani, grazie alla generosità di 42 artisti che hanno donato a favore dei bambini dell’istituto altrettante opere d’arte da loro realizzate, si svolgerà una vera e propria asta con il cui ricavato verrà sostenuto il Fondo Aiuto allo Studio Don Lino Andrini. Le offerte permetteranno di acquistare strumenti di lavoro per permettere agli alunni tra i 6 e i 14 anni di conoscere in prima persona il meraviglioso mondo dell’arte, istituire corsi ad hoc ed erogare borse di studio per le famiglie in difficoltà.

All’asta si parte da 50 euro e si rilancia per multipli di 50. Le opere acquistabili sono 41… più una.  Il Lotto 42 sarà dipinto dal vivo domenica dalle 16.30 alle 18.30 proprio durante l’asta e poi verrà battuto per ultimo. A realizzarlo sotto gli occhi dei presenti sarà Adriano Maraldi, pittore cesenate autodidatta che, dopo 40 anni di attività professionale, negli ultimi dieci anni, ha sviluppato in modo eclettico la propria attività assurgendo anche al ruolo di organizzatore di eventi culturali per le scuole nonché di laboratori sul riciclo che diventa arte. La sua esperienza ventennale a Parigi ha dato a Maraldi una ricerca nell’antiprospettiva della sua arte. Avendo partecipato a corsi di calcografia con Ivan Serge e corsi di mosaico con Riccardo Licata alla Beaux-Art, Maraldi, si è impossessato di tecniche e materie, che aggiunte a quelle che già conosceva, fanno di lui uno degli artisti più interessanti e apprezzati del panorama emiliano-romagnolo.
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta mentre passeggia col figlio a bordo strada: muore una donna

  • La storia e i ricordi per i 50 anni di Amadori, maxi festa con 5mila dipendenti da tutta Italia

  • Violento schianto auto-scooter sulla via Emilia: grave una donna sbalzata contro il parabrezza

  • Ospedale Bufalini, nuovo riconoscimento internazionale per la Neurochirurgia

  • Cesenatico, caccia all'affare: il Comune mette all'asta quattro case

  • Dopo decenni da dipendente Ombretta si mette in proprio, ecco "La Sarta"

Torna su
CesenaToday è in caricamento