menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Condizioni di salute aggravate dal Covid, addio a don Giuseppe Giacomoni

Negli anni Novanta fu accolto presso la parrocchia di San Giacomo, a Cesenatico. Svolse in seguito il suo ministero a Villalta e in aiuto ai sacerdoti delle comunità della zona pastorale del mare. Dal 2001 fu inserito a pieno titolo nel presbiterio diocesano di Cesena-Sarsina

Don Giuseppe Giacomoni è deceduto nella tarda serata di ieri, martedì 1 dicembre, presso l'Ospedale civile di Ravenna dove era ricoverato da giorni per le precarie condizioni di salute. Condizioni che si sono aggravate dopo essere stato trovato positivo al tampone da Covid-19.

Nato a Montescudo (Rimini) il 4 giugno 1925 e ordinato sacerdote il 28 giugno 1953, era il sacerdote più anziano della Diocesi. Da anni risiedeva presso l'Opera Santa Teresa di Ravenna, dopo un lungo ministero sacerdotale svolto anzitutto come membro della famiglia salesiana. Fu direttore del Collegio delle Scuole Salesiane di Faenza. Passò alcuni anni all'estero quale cappellano degli emigrati italiani.

Negli anni Novanta fu accolto presso la parrocchia di San Giacomo, a Cesenatico. Svolse in seguito il suo ministero a Villalta e in aiuto ai sacerdoti delle comunità della zona pastorale del mare. Dal 2001 fu inserito a pieno titolo nel presbiterio diocesano di Cesena-Sarsina. La Messa esequiale, presieduta dal vescovo Douglas Regattieri, si terrà sabato 5 dicembre alle 10 in Cattedrale. La salma sarà portata al Cimitero urbano di Cesena e sepolta nel campo riservato ai sacerdoti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento