"Comuni-Chiamo", Cesenatico ascolta i cittadini: già 2000 le segnalazioni

Sul web in fase di sperimentazione il nuovo strumento che permette di segnalare al Comune problemi e malfunzionamenti

Da alcuni mesi il Comune di Cesenatico ha adottato, in via sperimentale, Comuni-Chiamo, una piattaforma online ideata per rendere più efficiente la risoluzione dei problemi della città, facilitando la comunicazione tra cittadini e Amministrazione comunale.
I cittadini possono accedere al sistema, collegandosi tramite il sito web istituzionale e segnalare malfunzionamenti e problematiche che riscontrano sul territorio.

Il Comune di Cesenatico sottolinea come il servizio sia semplice da usare. 

Accedendo a https://comuni-chiamo.com/@cesenatico da Pc o smartphone (grazie all’app disponibile per iOS e per Android) ogni cittadino può segnalare in tempo reale i problemi che riscontra in città: una buca in strada, un lampione mal funzionante, la mancata raccolta della spazzatura, la presenza di animali randagi, un tombino intasato o sfalci d’erba sono solo alcuni esempi di segnalazioni che è possibile fare. In più, Comuni-Chiamo permette al Comune di inserire agevolmente anche le segnalazioni che arrivano tramite telefono, mail o direttamente allo sportello URP.

Una volta inserite nel portale, le segnalazioni vengono elaborate dalla piattaforma che attribuisce loro un grado di priorità: in questo modo il Comune saprà esattamente ciò che per i cittadini è più urgente risolvere, risparmiando tempo e risorse. La piattaforma, già attiva nei mesi precedenti la pubblicazione on line ad esclusivo uso interno, per permettere una migliore gestione delle segnalazioni, è tutt’ora in fase sperimentale, ma è già ampiamente utilizzata da tanti cittadini che hanno scelto una modalità nuova, dinamica e più immediata di rapportarsi con il proprio Comune.

Ad oggi sono giunte oltre 2000 segnalazioni con una media giornaliera di 7 segnalazioni. Le segnalazioni, una volta prese in carico dal sistema, hanno una tempistica di elaborazione di almeno 30 giorni, salvo casi di effettiva urgenza o pericolo. 
Le richieste di intervento riguardano soprattutto problematiche legate all’illuminazione pubblica, alla cura e pulizia del verde pubblico (sfalci, potature) e alla gestione dei rifiuti.

 I dati di gestione del nuovo sistema, raccolti a cadenza trimestrale, riscontrano una sensibile diminuzione di segnalazioni comunicate tramite l’uso semplice della e-mail, in quanto i cittadini scelgono di usare direttamente la piattaforma Comuni-Chiamo. Il servizio è ancora in fase di sperimentazione e che la piattaforma è raggiungibile tramite sito web del Comune di Cesenatico nell’area Segnalazioni. 

“Questa nuova piattaforma rappresenta un passo importante nell’ascolto dei cittadini – Commenta il Sindaco Matteo Gozzoli – Ci stiamo impegnando per dare risposte più esaustive e immediate tramite i nostri uffici, in particolare l’ufficio Relazioni con il Pubblico. Il nostro obiettivo è migliorare i tempi di risposta; siamo ancora in una fase di sperimentazione, poiché la modalità è certamente più immediata, ma ricordo che è importante che il cittadino sfrutti lo strumento in modo appropriato, affinché gli uffici comunali ricevano una segnalazione chiara e possano intervenire nel modo migliore possibile”.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento