Comune, dopo lo tsunami Covid il bilancio 2021: 6 milioni di euro di investimenti in più

Nel 2020 sono arrivati nelle casse del Comune quasi 6 milioni di euro di trasferimenti dallo Stato e dalle Regioni causa Covid

Anche quest'anno, nonostante il Covid e le innumerevoli variazioni di bilancio relative al 2020, la giunta comunale è riuscita a presentare con puntualità la proposta di bilancio di previsione per il 2021, proposta che verrà presentata giovedì sera in consiglio comunale, fino al 7 dicembre i vari consiglieri comunali avranno tempo per gli emendamenti e poi il 22 dicembre andrà in approvazione. A saltare subito agli occhi è che il bilancio 2021, per gli investimenti, avrà a disposizione 5 milioni e 200 mila euro in più dello scorso anno e che non è stato previsto nessun aumento di tasse e tributi locali. "Ricordiamoci - ha spiegato il sindaco Enzo Lattuca - che Cesena è il Comune della regione con la pressione fiscale più bassa. Per fare un esempio concreto: ogni cesenate, in media, ha una pressione fiscale che si aggira sui 400 euro, un forlivese sui 500 euro. Anche nel 2021 ci siamo imposti di non fare passi indietro e mantenere invariate tasse e tributi".

"E' un bilancio, quindi, che si fonda sulla tenuta fiscale prima di tutto ma anche sulla tenuta della qualità dei servizi offerti ai cittadini - ha continuato il sindaco - Nel progettarlo, infatti, abbiamo tenuto conto anche di altre parole chiave, prime tra tutte il futuro. Ed è per questo che abbiamo pensato a incrementare gli investimenti, concretizzando gli impegni presi e a migliorare la città, e a nuove assunzioni, per migliorare l'efficienza delle strutture e dei servizi comunali. Altri due pilastri che ci hanno dettato la strada nel redarre il bilancio 2021 sono stati il sostegno alle imprese e le risposte ai bisogni abitativi".

Per quanto riguarda gli investimenti, e per dirla coi numeri, nel 2020 il Comune aveva 12 milioni di euro da investire, nel 2021 ne avrà 18 milioni, quasi 6 milioni in più (il 41% in più). Ma non solo, il Comune avrà anche 971 mila euro in più per il capitolo assunzioni, tra cui semplici sostituzioni del turn over arretrato, stabilizzazioni ma anche potenziamento di alcuni settori.

Il bilancio per il 2021 parte comunque da una situazione che vede nel 2020 un ammanco di quasi 9 milioni di entrate tra tributi non pagati (rette di asili non pagate causa covid, tributi non riscossi per il suolo pubblico, multe non fatte perché nei mesi di lockdown il traffico ha subito un netto taglio...) e insoluti (una parte molto minore). Dall'altra parte, però, sono arrivati nelle casse del Comune quasi 6 milioni di euro di trasferimenti dallo Stato e dalle Regioni causa Covid (Dpcm Rilancio) e un milione di buoni pasto che sono, ovviamente, andati a chi ne usufruiva.

Un piccolo tesoro che, probabilmente arriverà in quota ridotta anche nel 2021, e che serve  a compensare l'ammanco di tributi non riscossi. E allora come ha fatto la giunta a trovare 6 milioni in più da prevedere per gli investimenti? Innanzitutto sono stati previsti nel 2021 3 milioni e 800 mila euro in più grazie alla lotta all'evasione e al recupero di tasse e tributi insoluti. "Per questo motivo - spiega l'assessore al Bilancio Camillo Acerbi - è stata predisposta l'assunzione di una nuova figura negli uffici comunali che si occuperà di questo settore e potenzierà l'attività. Gli altri soldi che abbiamo messo a bilancio sotto forma di investimenti proverranno da un piano di alienazioni molto strutturato (pari a 4 milioni e 600 mila euro) e che prevede la vendita di immobili comunali inutilizzati". Tra questi immobili, ricordiamo, ci sono la palazzina dei vigili urbani, il podere Martorano 5, una colonia a Pinarella, un distributore di benzina e un podere a Capannaguzzo. La giunta ha ipotizzato di ottenere già nel 2021 oltre un milione di euro dalla vendita di parte del patrimonio.
Ma veniamo ai vari settori.

Cultura

Le spese correnti previste (tra cui stipendi dei dipendenti, spese vive, allestimenti ed eventi) si aggirano sui 4 milioni di euro. Gli investimenti per il 2021, invece, sono pari a 7 milioni di cui 4 milioni e 420 mila euro per la Pinacoteca Palazzo Oir, 960 mila euro per il Museo Archeologico, 560 mila euro per il Ridotto del Teatro, 440 mila euro per la realizzazione del secondo stralcio Casa della Musica Mazzini-Marinelli e progettazione terzo stralcio, manutenzione impianti Malatestiana (250 mila euro), allestimento terzo lotto Biblioteca Malatestiana 400 mila euro, illuminazione e nuovo allestimento galleria Pescheria 90 mila euro.
Sono previste anche 3 assunzioni per rendere più efficiente il settore.

Edilizia Pubblica/Viabilità/Verde

Le spese correnti previste (dipendenti, manutenzione strade e cura del verde ordinaria) sono pari a 4 milioni di euro. Gli investimenti si aggirano intorno ai 3 milioni e 700 mila euro. Un milione e 100 mila per manutenzione strade urbane ed extraurbane, 300 mila euro per via delle Scalette, 510 mila euro per manutenzione straordinaria del verde, 500 mila euro per gli edifici storici, 200 mila euro per manutenzione straordinaria dei cimiteri, 680 mila euro per nuova illuminazione, 200 mila euro per nuova segnaletica stradale, 200 mila euro per nuovi impianti, 100 mila euro per eliminazione barriere architettoniche.
Sono previste 9 assunzioni.

Sicurezza e Polizia Locale

Le spese correnti per la sicurezza sono pari a 4 milioni di euro.
Gli investimenti previsti sono 171 mila euro per "un'altra stazione", 500 mila euro per il secondo lotto della Rete Man e 369 mila euro per l'assunzione di nuovi 11 agenti di Polizia Locale.

Welfare, scuola, sport, servizi alla persona e diritto alla casa

Le spese correnti in questo settore sono molto alte, 21 milioni di euro, perchè parliamo di servizi come asili e di tutti i servizi alla persona dei quali se ne occupa l'Unione ma a cui il Comune trasferisce il denaro.

Per quanto riguarda gli investimenti sono previsti 1 milione e 50 mila euro per efficientamento scuole primarie Case Finali (200 mila euro), e Vigne (200 mila euro), adeguamento sismico scuole (200 mila euro) e manutenzione edifici scolastici (450 mila euro). A questi bisogna aggiungere i 4 milioni di euro già destinati alla costruzione della nuova scuola primaria di San Vittore. Inoltre sono previsti 650 mila euro per manutenzione degli impianti sportivi e acquisto attrezzature: Carisport (200 mila euro) e altri impianti (450 mila euro). Per quanto riguarda il diritto alla casa è previsto 1 milione e 40 mila euro di investimenti in manutenzione e valorizzazione del patrimonio Erp per rendere disponibili 46 nuovi alloggi (13 sono già pronti e 33 lo saranno nel 2021). 50 mila euro, invece, sono stati accantonati per la progettazione dell'Emporio solidale.

Sono previste 9 assunzioni (5 nella suola e 4 nei servizi sociali).

Ambiente e mobilità

Confermati 4 milioni di euro per le spese correnti, mentre per gli investimenti sono stati previsti 2 milioni e 75 mila euro. Di questi, 1 milione e 200 mila euro serviranno per l'avvio della realizzazione della Bicipolitana (via Emilia Ovest/Diegaro), 200 mila euro per la ristrutturazione del Canile, 75 mila euro per il Bosco Urbano, 50 mila euro per la progettazione della Velostazione, 550 mila euro per interventi difesa idrogeologica.
Previste nuove assunzioni.

Pacchetto sostegno alle imprese

A sostegno delle imprese la giunta ha previsto un pacchetto di 830 mila euro. Di questi 450 sono per un bando aperto a sostegno di imprese innovative, 200 mila euro per la restituzione della Tari alle imprese, 140 mila euro per l'esonero Cosap per gli ambulanti e 40 mila euro per la piattaforma gratuita per il commercio elettronico di prossimità.
Sono previste 4 nuove assunzioni per rendere più efficiente il settore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

  • Il Covid continua ad uccidere nel Cesenate: 5 morti e 132 nuovi contagi

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

Torna su
CesenaToday è in caricamento