"Anche Hera deve pagare il suolo pubblico": il Comune la spunta in Cassazione

Tuttavia, dal momento che le principali entrate di Hera sono le bollette, questi 200mila euro di fatto verranno pagati dai cittadini come probabili futuri rincari di bolletta

Il Comune di Longiano vince la causa e la Corte Suprema di Cassazione, sezione tributaria, con una recente sentenza ha condannato HERA SPA a pagare la Tosap (tassa di occupazione spazi e aree pubbliche). La controversia sorge nel 2004 quando l'ufficio ragioneria del Comune di Longiano emette nei confronti di HERA SPA l'avviso di accertamento per il pagamento della TOSAP per l'occupazione effettuata da HERA con cavi, impianti e condutture quale azienda fornitrice del servizio idrico integrato. HERA SPA impugna l'avviso di accertamento sostenendo di non dover pagare la TOSAP, sostenendo la tesi che è UNICA RETI SPA il titolare della concessione e quindi il soggetto passivo di imposta (Hera SPA svolge il servizio in forza di un contratto di affitto di ramo d'azienda). Così, il meccanismo si è ripetuto ogni anno dal 2004 ad oggi: il Comune di Longiano emetteva gli avvisi di accertamento per il pagamento della tassa ed Hera SPA li impugnava sostenendo di non dover pagare.

Oggi la Corte di Cassazione ha messo la parola fine alla controversia, stabilendo che HERA SPA è il soggetto passivo dell'imposta e che deve pagare la TOSAP. Recita un omunicato stampa del vicesindaco con delega al bilancio Massimo Ciappini: "Il Comune di Longiano aveva quindi ragione e la Corte di Cassazione ha premiato la perseveranza dell'ufficio tributi del Comune che, ogni anno, ha emesso gli avvisi di accertamento senza mai demordere. Ora, dopo la pubblicazione della sentenza della Cassazione, c'è da sperare che HERA SPA voglia prendere atto del principio affermato dalla Suprema Corte e provvedere al pagamento dell'imposta che, dal 2004 ad oggi, dovrebbe ammontare a circa 200mila euro (anche se occorrerà ancora qualche giorno per avere i conteggi esatti). La vicenda assume per certi versi i contorni della storia di Davide e Golia: il piccolo Comune di Longiano (a quanto pare l'unico in provincia ad aver emesso gli avvisi di accertamento TOSAP nei confronti di HERA SPA) ha vinto la propria battaglia nei confronti del colosso HERA SPA".

Per il Comune: "L'amministrazione comunale di Longiano non può che prendere atto con enorme soddisfazione dell'epilogo giudiziario favorevole all'ente. La vicenda è stata anche pubblicata sul Sole 24 Ore del 19 maggio 2017, a dimostrazione dell'estrema importanza ed interesse del principio stabilito dalla Cassazione - che non può che applicarsi a tutte le amministrazioni locali - grazie all'iniziativa del Comune di Longiano. E, quanto successo, dimostra anche l'elevato grado di attenzione che l'amministrazione comunale Longianese ripone nella gestione delle risorse comunali. Adesso Longiano avrà circa 200mila euro di maggiori entrate, un vero toccasana per le casse comunali, e ogni anno potrà emettere gli avvisi di accertamento TOSAP senza correre il rischio di essere trascinato in lunghe e dispendiose controversie giudiziarie". Tuttavia, dal momento che le principali entrate di Hera sono le bollette, questi 200mila euro di fatto verranno pagati dai cittadini come probabili futuri rincari di bolletta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento