Il Comune di Cesena pronto ad aiutare i Comuni siciliani colpiti dal terremoto

Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato la delibera

Il Comune di Cesena è pronto a dare aiuto ai Comuni della zona dell’Etna colpiti in dicembre dal terremoto, così come aveva fatto, a suo tempo, per i terremoti in Emilia e in Centro Italia. Nei giorni scorsi la Giunta comunale ha approvato la delibera con la quale, accogliendo le richieste di collaborazione arrivate dalla Regione Emilia Romagna e dall’Anci Emilia Romagna, dà disponibilità ad inviare proprio personale, reclutato su base volontaria, che supporti le Amministrazioni delle zone colpite dal sisma nel far fronte alla difficile situazione.

"Anche se sono passate varie settimane e di quel terremoto non si parla quasi più, almeno a livello nazionale – spiegano il sindaco Paolo Lucchi e l’assessore alla Protezione Civile Francesca Lucchi -, la situazione dei Comuni dell’area etnea resta molto difficile: ci sono ancora famiglie evacuate dalle loro case, e molti edifici hanno subito danni. Per questo, pur essendo a nostra volta alle prese con i problemi, certo molto diversi, ma comunque impattanti,  provocati dalla chiusura dell’E45, abbiamo ritenuto giusto dimostrare la nostra solidarietà  verso i territori terremotati garantendo, come in passato, il supporto operativo e tecnico, attraverso Regione e Anci".

"Nello specifico, la Regione ci chiede la disponibilità di figure professionali abilitate per la valutazione e la stima dell’agibilità e dei danni subiti dagli edifici pubblici e privati - proseguono gli amministratori -. L’Anci, invece, segnala la necessità sia di personale esperto in Protezione Civile, sia di tecnici e amministrativi che supportino l’attività dei Centri Operativi dei Comuni siciliani e i loro uffici. Per questo, stiamo per avviare una ricognizione fra i dipendenti del nostro Comune per verificare se fra loro ci sono volontari disposti a svolgere una settimana di lavoro in Sicilia, e più precisamente nel Comune di Aci S. Antonio, in provincia di Catania. Sulla base delle disponibilità raccolte, saranno organizzate le squadre d’intervento: la prima potrebbe partire già alla fine della prossima settimana. Naturalmente, tutti i costi, sia per il lavoro svolto, che per il trasporto e la sistemazione in loco, saranno a carico del Comune di Cesena".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento