Cronaca

Un "emporio di paese" moderno ma coi rapporti vecchio stile: lo apre un 27enne

Non solo una tabaccheria, ma anche e soprattutto un negozio di paese con tutto e anche di più per soddisfare le esigenze dei 1800 abitanti di Fiumicino, popolosa frazione di Savignano, dove i consumi sono ancora molto legati alla stanzialità paesana

Non solo una tabaccheria, ma anche e soprattutto un negozio di paese con tutto e anche di più per soddisfare le esigenze dei 1800 abitanti di Fiumicino, popolosa frazione di Savignano, dove i consumi sono ancora molto legati alla stanzialità paesana nonostante nelle vicinanze si possano trovare anche altri variegati tipi di offerta commerciale.


 

Da poco più di un mese Simone Pasolini, 27 anni, si è messo in proprio e ha rilevato la tabaccheria-edicola del paese, un negozio storico visto che esiste da tanti lustri e funge da presidio non solo commerciale, ma anche sociale nel territorio della piccola frazione. Pasolini abita in via Villagrappa che su un versante insiste sul comune di San Mauro Pascoli e sull'altro in quello di Savignano, all'altezza della frazione di Fiumicino. “Io sono dalla parte sammaurese – dice Simone Pasolini – ma da ciclista ho corso nella Fiumicinese e nella Sidermec e considero affettivamente Fiumicino il mio paese”.


 

“La tabaccheria è stata condotta per tanti anni Miro Falconi – rimarca Pasolini – poi è passata in mano ad altri gestori, quindi sono subentrato io. Un passo importante, quello che mi ha fatto diventare imprenditore, dopo che avevo lavorato in altri settori. Il fulcro dell'attività è la tabaccheria dove a breve aprirà il servizio del terminale per il pagamento delle bollette , le ricariche automatiche, i bonifici e dove sono allestiti i giochi della fortuna. Annessa c'è anche l'edicola e tra gli altri generi merceologici sono inclusi anche la cartoleria, le bibite, le caramelle, gli snackers e inoltre introdurrò anche la bigiotteria. La filosofia è quella degli empori di paese in cui si può trovare molto, ma gestito con una conduzione moderna e dinamica attenta alle esigenze dei clienti”.


 

A rendere noto il subentro è la Confcommercio Cesenate. Pasolini spiega che “aprire un'impresa è molto impegnativo, soprattutto sotto il profilo burocratico e devo dire grazie alla Confcommerico del Rubicone che mi assiste. Ma il primo ringraziamento va ai miei genitori e ai miei zii che mi sono stati e mi sono vicini con grande premura e affetto. E' anche grazie a loro se sono diventato commerciante, ora dovrò dimostrare di essere bravo e per me è un grande orgoglio fare questo mestiere in questo paese dove conosco tutti e non devo deludere le aspettative”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un "emporio di paese" moderno ma coi rapporti vecchio stile: lo apre un 27enne

CesenaToday è in caricamento